menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Consorzio Salerno3, Santomassimo: "Impianti gestiti dagli enti locali"

Il segretario regionale della Cgil di categoria ha "tagliato fuori" la provincia e i consorzi dalla gestione degli impianti e invitato i sindaci alla protesta a Roma del 10 luglio

"Gli impianti di trattamento rifiuti del salernitano dovranno essere necessariamente gestiti nei territori in cui insistono. Non ha più senso cedere la loro gestione alla provincia in quanto quest'ultima non avrà più alcuna competenza in merito. Dagli impianti dipenderà, fra l'altro, il futuro occupazionale dei dipendenti degli ex consorzi rifiuti" così il segretario regionale di categoria della Cgil Antonio Santomassimo nel corso dell'assemblea dei lavoratori del consorzio di bacino SA3 che ha avuto luogo a Polla, nel vallo di Diano.

"L'impianto di Polla - ha continuato Santomassimo - rappresenta una risorsa per i sindaci del territorio al fine del riassetto del ciclo integrato dei rifiuti. Mi appello, quindi, ai sindaci del vallo di Diano perché non si facciano togliere l'impianto pollese dall'ente provincia di Salerno". L'esponente della Cgil ha, infine, invitato tutti i sindaci campani "a partecipare in massa, accanto ai circa 4mila dipendenti dei consorzi rifiuti della Campania, al presidio di protesta programmato per il prossimo 10 luglio a Roma dinanzi al Parlamento. Chiediamo al governo Monti, a nome dei sindacati confederali - ha concluso Santomassimo - di risolvere in maniera definitiva la problematica occupazionale delle migliaia di lavoratori degli ex consorzi rifiuti che a dicembre prossimo saranno sciolti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento