rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca Zona Porto / Via Porto

Porto commerciale, sequestrati 3500 chili di rifiuti pericolosi

L'operazione è stata messa a segno dagli uomini del comando provinciale della guardia di finanza di concerto con uomini dell'agenzia delle dogane nel corso di normali controlli al porto

Tre tonnellate e mezzo di rifiuti speciali pericolosi sono state sequestrate nel porto commerciale dagli uomini della guardia di finanza di Salerno, di concerto con il personale dell'agenzia delle dogane. I rifiuti, si legge in una nota delle fiamme gialle, erano all'interno di un furgone pronti per l'esportazione.

I rifiuti, destinazione Ghana, in Africa, erano composti da 267 batterie al piombo esaurite e da motori contenenti clorofluorocarburi, composti chimici dannosi per l'ambiente. Come riferito dai finanzieri si trattava di rifiuti speciali pericolosi. Il carico è stato sequestrato in quanto vi era una non corretta indicazione della merce in bolletta oltre al trasporto della stessa con sostanze altamente inquinanti.

Il controllo della merce, attuato in collaborazione con tecnici ispettori dell’ARPAC di Salerno, ha consentito di appurare che i beni destinati all’esportazione, di proprietà di un cittadino ghanese residente in Liguria, non sarebbero stati reimpiegati. L'uomo è stato quindi denunciato per aver tentato una spedizione illecita trasfrontaliera di "rifiuti speciali pericolosi", in assenza delle prescritte autorizzazioni delle autorità competenti.

Nei giorni scorsi, a Sapri, circa 300 batterie al piombo esaurite erano state sequestrate dai carabinieri della locale compagnia, agli ordini del tenente Emanuele Tamorri.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porto commerciale, sequestrati 3500 chili di rifiuti pericolosi

SalernoToday è in caricamento