menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rifiuti, stop ad Acerra: la conferenza dei servizi conferma trasporto a Polla

Il sindaco Rocco Giuliano fa opposizione al trasferimento in zona industriale e annuncia che l'amministrazione farà di tutto per evitare il deposito

Polla riceverà insieme ad altri comuni i rifiuti che sarà necessario dislocare sul territorio provinciale e regionale, in seguito alla chiusura del termovalorizzatore di Acerra, in programma a settembre. Lo ha confermato la conferenza dei servizi convocata oggi, martedì 27 agosto, in Regione Campaniada Fulvio Bonavitacola, vicepresidente con delega all’Ambiente.

Il programma

Sono stati da tempo individuati siti di stoccaggio per spostare i rifiuti che si accumuleranno nel periodo di chiusura dell'impianto di Acerra, da smaltire nei mesi successivi. Quarantamila tonnellate saranno portate fuori regione e le restanti quarantaduemila saranno trasferite in depositi temporanei per non più di 90 giorni. I siti individuati sono Casalduni, Caivano, San Tammaro e Polla, come stabilito da un’ordinanza del Presidente della Provincia di Salerno, Michele Strianese.

La protesta

Intervistato da ondanews.it, il sindaco di Polla, Rocco Giuliano, ha ribadito il no dell'amministrazione al trasferimento dei rifiuti in zona industriale: “Il capannone è inagibile – ha detto – e se non verranno fatti i lavori non potrà ospitare alcun rifiuto. E’ tutto in alto mare e faremo il possibile per evitare il trasferimento".


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Salerno: San Matteo ed il Miracolo della Manna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento