menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rifiuti tossici dall'Agro al Cilento, l'appello dei Verdi e di M5S al Ministero

La segreteria provinciale dei Verdi, per iniziare, condanna senza mezzi termini la gravità dell'accaduto a Capaccio

Rifiuti tossici nel salernitano. Un caso che interessa la nostra provincia da nord a sud. La segreteria provinciale dei Verdi, per iniziare, condanna senza mezzi termini la gravità dell'accaduto a Capaccio, denunciando di nuovo il problema esistente sul territorio. "L'opinione pubblica è concentrata sulla questione della terra dei Fuochi esistente nel casertano e salernitano, quando poi nelle zone di Oliveto Citra e dintorni esistono dei casi di rifiuti dannosi ugualmente pericolosi per la salute dei cittadini. La segreteria lancia un'appello al Ministro degli Interni ed a Napolitano di venire sul territorio salernitano a constatare di persona i rischi seri per l'intera popolazione e soprattutto per i cittadini di alcuni comuni", si legge su di una nota.

Intanto, dall'Agro Nocerino Sarnese, si mobilita anche Movimento Cinque Stelle: "In occasione della venuta a Sarno di alcuni parlamentari del M5S, il gruppo di attivisti  di Nocera Inferiore ha consegnato un'istanza affinché si faccia un'interrogazione al Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, al Ministero Politiche agricole alimentari e forestali ed al Ministero della Salute per sapere se sono a conoscenza di luoghi usati per smaltire rifiuti tossici che, come si evince dalle deposizioni del pentito Vassallo in merito al processo Chernobyl, risulterebbero finiti nei fiumi, nei terreni, sui fondi agricoli e di conseguenza si chiede, se non sia stato già predisposto, un monitoraggio dell’area  attraversata dal metanodotto, ma anche delle aree interessate da altre opere pubbliche importanti che potrebbero nascondere rifiuti pericolosi", hanno scritto preoccupati. Proprio ieri, intanto, si è tenuta l'udienza del processo Chernobyl che, a causa di alcuni difetti di notifica, ha visto l'ennesimo, scoraggiante, rinvio della questione, questa volta, al 17 dicembre.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Razzo cinese, tra le traiettorie anche la Campania: "Restate a casa"

social

Dopo il "Zitt!" arriva la festa anche per Raffaele il Vikingo

social

Salerno: apre "Osteria di Pescheria", "Pizzicorio" diventa anche bar

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento