menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto firma decreto regionale De Luca-Napoli

Foto firma decreto regionale De Luca-Napoli

Nuovo asse viario al Rione Petrosino: al Genio Civile la firma del decreto regionale di finanziamento

Costerà 2,5 milioni di euro, la nuova strada sarà pronta entro un anno. Garantirà il collegamento del Rione Petrosino con la tangenziale senza passare per via Irno e passaggio a livello


“Asse di comunicazione strategico per un quartiere a rischio isolamento”. Così il Governatore della Campania, Vincenzo De Luca, ha definito ieri la strada di collegamento Rione Petrosino – Fratelli Magnone, pronta tra 12 mesi, costata 2,5 milioni di euro, finanziata con fondi regionali. La firma del decreto regionale è avvenuta stamattina al Genio Civile, alla presenza del sindaco di Salerno Enzo Napoli. “E’ un fortunato – ha detto De Luca con una battuta – riceverà un bel malloppo e ne farà buon uso. Quando ero sindaco di Salerno, non mi è mai capitato di ricevere tanta benedizione”.

La nuova strada diventerà strategica per la mobilità urbana ed extraurbana: contribuirà a decongestionare i flussi veicolari in entrata e in uscita dal capoluogo, oltre che sulla direttrice di via Irno. “Garantirà il collegamento del Rione Petrosino con la tangenziale, senza passare per via Irno e senza attraversare il passaggio a livello – ha aggiunto il Presidente della Regione – I cittadini risparmieranno 1400 metri contro gli 80 previsti al termine dei lavori. E’ un’opera importante, in linea con l’azione di trasformazione urbana della città di Salerno. Per il Rione Petrosino era necessario intervenire con tempestività: è un quartiere a rischio isolamento, se crolla una strada restano fuori da tutto. Il progetto è delicato. Si tratta di superare un vallone e creare un viadotto di 27 metri. Avremo due corsie, il marciapiede su un solo lato per evitare di occupare una carreggiata. La nuova strada sorgerà all’uscita della tangenziale di via Irno: a destra c’è il passaggio a livello, a sinistra una bella bella villa che subirà un esproprio di cinque metri”.  
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento