Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Ripresa post-Covid, i giovani della Cisl Salerno: "No alcol ai minori e sgravi dai Comuni per lasciarsi la crisi alle spalle"

Il presidente Luigi Bisogno interviene alla luce della ripresa delle attività e con il costante miglioramento della situazione epidemiologica in provincia di Salerno e, in particolare, nella città capoluogo

"La movida salernitana si comporti responsabilmente in vista della ripartenza post-Covid".Questo il monito di Luigi Bisogno, presidente della Cisl Giovani Salerno, alla luce della ripresa delle attività e con il costante miglioramento della situazione epidemiologica in provincia di Salerno e, in particolare, nella città capoluogo.

La prevenzione

Bisogno guarda al futuro prossimo: "Entro il prossimo 21 giugno la Campania potrebbe entrare in zona bianca, oltre a vedere l'eliminazione del coprifuoco. Non è un liberi tutti, perché la guardia deve essere tenuta ancora alta contro il virus. Ecco perché ci appelliamo ai gestori della movida salernitana. Questi mesi non sono stati facili per le attività legate al by-night, ma questo non può e non deve essere un pretesto per non rispettare le regole. Si tutelino i giovani, provati dalla pandemia, e si eviti di servire drink a base di alcol quando sono già in evidente stato d'ebrezza. Stesso discorso anche per i minorenni: non sarebbe bello vedere bar che vendono di tutto e non si preoccupano di chi acquista". 
Ma l'appello di Bisogno va anche alle istituzioni. "Per evitare questa fuga dalle regole serve che i Comuni vengano incontro agli operatori commerciali e, soprattutto ai giovani gestori di ristoranti, pub, bar e pizzerie. Servono nuovi incentivi e sgravi".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ripresa post-Covid, i giovani della Cisl Salerno: "No alcol ai minori e sgravi dai Comuni per lasciarsi la crisi alle spalle"

SalernoToday è in caricamento