menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rischio idrogeologico, il Comune di Angri approva l’accordo con il Consorzio di Bonifica e la Provincia

Il progetto prevede il ripristino funzionale dell’Alveo Sant’Alfonso, interventi di mitigazione del rischio idrogeologico

La Giunta comunale di Angri ha approvato due delibere che pongono al centro dell’attenzione il rischio idrogeologico e un programma di interventi di recupero degli ambiti naturali e per la mitigazione del rischio dopo gli incendi boschivi del 2017.

I dettagli

L’accordo di programma con il Consorzio di Bonifica prevede il ripristino funzionale dell’Alveo Sant’Alfonso, interventi di mitigazione del rischio idrogeologico nell’impluvio interessato dalla colata rapida di fango e degli impluvi a sud di via Ponte Aiello e via Monte Taccaro, interventi di mitigazione nelle aree interessate dagli incendi boschivi, acquisizione dei pareri per l’individuazione dei finanziamenti delle opere. L’accordo di collaborazione con la Provincia di Salerno, insieme alla Regione Campania, guarda alla progettualità ed esecuzione degli interventi volte al recupero dei territori percorsi dal fuoco, mitigando il rischio idrogeologico gravante sugli insediamenti.

Il commento

Soddisfatto il sindaco Cosimo Ferraioli:

"Questa amministrazione si è attivata affinché si ponessero le basi per una tutela totale del territorio. Arriva una convenzione con il Consorzio di Bonifica ma anche un accordo con la Provincia di Salerno. Accordi che prevedono la progettazione di interventi da realizzare lungo gli alvei montani del nostro territorio; un risultato che consentirà di operare in sinergia con il soggetto che è preposto alla cura di questo tipo di opere naturali o artificiali. Abbiamo già concordato con alcuni settori della Regione Campania gli interventi da realizzare, in collaborazione con il Consorzio, sul Rio Sguazzatorio. In virtù di questa collaborazione, abbiamo inteso procedere anche per la cura di altre parti del territorio, in particolare di quelle montane che tante preoccupazioni ci hanno dato in questo ultimo autunno. Per quello che riguarda invece la questione del rischio idrogeologico nel suo complesso, si e’ optato di condividere alcune linee guida da osservare in caso di allerta meteo, coinvolgendo tutti i comuni che non hanno il proprio territorio all'interno di un parco regionale o di una comunità montana. Una serie di interventi da realizzare nelle aree percorse dal fuoco al fine di consentire alla Provincia, in quanto soggetto aggregante, di presentare un progetto alla Regione Campania per ottenere finanziamenti utili a realizzare i primi interventi di mitigazione del rischio idrogeologico”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Moderna e Pfizer: ecco cosa cambia da lunedì

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento