menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il carcere di Salerno

Il carcere di Salerno

Traffico di droga in carcere, maxi rissa tra detenuti a Salerno

Un vero e proprio regolamento di conti si è verificato all'interno del campo sportivo. Ad avere la peggio un giovane detenuto che è stato ferito alla testa

Momenti di tensione, ieri mattina, all’interno del carcere di Fuorni, a Salerno, dov’è andato in scena un vero e proprio regolamento di conti tra una ventina di detenuti nord africani, rom e italiani.

La violenza

La rissa - riporta Il Mattino - è scoppiata nel campo sportivo della casa circondariale del capoluogo per motivi in corso di accertamento. Sono volati calci, pugni, spintoni. Ad avere la peggio un giovane detenuto che è stato ferito alla testa. Soltanto il tempestivo intervento degli agenti della Polizia Penitanziaria, che hanno formato un cordone tra i detenuti, ha evitato il peggio. Dalle prime indagini sembra che dietro la violenta rissa vi siano questioni legata alla leadership sui traffici illeciti gestiti in carcere: droga e telefonini.

La poca sicurezza

Da anni i sindacati della Polizia Penitenziaria chiedono un rafforzamento dell’organico e strumenti tecnologici per poter garantire maggiore sicurezza dentro al carcere. Al loro fianco si è schierato più volte il Questore della Camera Edmondo Cirielli (FdI) che, ad esempio, proprio di recente, ha sollecitato il ministro della giustizia Bonafede affinchè estenda la dotazione del Taser anche ai poliziotti penitenziari ed elimini la vigilanza dinamica.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento