menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Salerno, incontro tra i prefetti delle province campane

Si è tenuto presso la prefettura di Salerno l'incontro tra i cinque prefetti delle province della regione Campania. La riunione è stata convocata dal prefetto di Napoli Andrea De Martino

Colpire la criminalità organizzata su tutti i fronti: è questo l'auspicio del prefetto di Napoli Andrea De Martino che oggi, nella sede della prefettura di Salerno, ha incontrato i prefetti delle province di Salerno, Avellino, Benevento, Caserta per discutere sulle prossime strategie da adottare sul territorio. "Una delle problematiche che ci sta più a cuore - ha dichiarato il prefetto di Napoli De Martino - è quello della sicurezza alimentare. Da luglio a settembre porteremo avanti, su tutto il territorio regionale, giornate di verifica e di ispezioni nei ristoranti, negli agriturismi, negli alberghi e in tutte le strutture interessate al fine di valutare se vengono rispettati gli standard elevati che la nostra regione offre in questo ambito".

Analoga attenzione sarà rivolta nei confronti di quei comuni privi di strumenti urbanistici generali: "Questo - aggiunge - per evitare che la camorra la faccia da padrona provando a edificare comunque e dovunque". Controlli serrati anche nelle aree con ormeggi abusivi. "Le sanzioni - assicura il prefetto di Napoli - saranno pesanti non solo per chi gestisce queste attività, spesso governate proprio dalla camorra, ma anche per i proprietari delle imbarcazioni che si affidano a queste strutture abusive. A questi ultimi sarà sequestrato il mezzo nautico". Attenzione anche "nei confronti di chi vende merci contraffatte e tabacchi contraffatti. Azioni di contrasto, infine, anche sul fronte delle scommesse clandestine".

Non viene dimenticata pure la criminalità economica. "Facciamo di tutto - rimarca De Martino - affinché gli imprenditori in difficoltà non si rivolgano agli strozzini". Lo stesso prefetto di Salerno, Gerarda Maria Pantalone, ha sottolineato "quanto siamo vicini a chi vive questa drammatica situazione. La prefettura di Salerno ha già avviato contatti con la Banca d'Italia perché ritiene validissimo il protocollo antiracket e antiusura da fare con le banche del territorio. In provincia, dall'inizio dell'anno, si sono registrati già 7 suicidi e un tentato suicidio per motivi economici. Abbiamo verificato come il fattore lavoro fosse l'elemento comune".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Salerno: San Matteo ed il miracolo dei leoni del Duomo

Attualità

Vaccinazioni in Campania, al via le adesioni degli “over 60”

Attualità

Covid-19: la Campania verso la conferma in zona rossa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento