rotate-mobile
Cronaca

Antimafia, il nuovo procuratore è Franco Roberti: "E' una vittoria di squadra"

L'assemblea del Csm lo ha eletto con 20 voti a favore, tra cui quelli del vicepresidente Michele Vietti, del presidente Santacroce e del pg di Cassazione Ciani. Roberti ha battuto Roberto Alfonso

È Franco Roberti, finora procuratore capo a Salerno, il nuovo procuratore Nazionale Antimafia. Lo ha nominato il Csm.  

L'assemblea del Csm lo ha eletto con 20 voti a favore, tra cui quelli del vicepresidente Michele Vietti, del presidente Giorgio Santacroce e del pg di Cassazione Gianfranco Ciani. Roberti ha battuto al ballottaggio il procuratore di Bologna Roberto Alfonso, che ha ottenuto sei voti. 

Il posto era vacante da gennaio scorso, quando Piero Grasso si è dimesso per candidarsi alle elezioni politiche. Quattro erano i candidati in corsa: oltre a Roberti i procuratori capo di Bologna Roberto Alfonso, di Messina Guido Lo Forte e di Tivoli Luigi De Ficchy. In commissione a Roberti e Alfonso erano andati due voti ciascuno. A favore del primo hanno votato i due consiglieri di Area Franco Cassano e Paolo Carfi’; per il procuratore di Bologna Alfonso il togato di Magistratura indipendente Antonio Racanelli e il laico del Pdl Filiberto Palumbo. Per Lo Forte ha votato il presidente della commissione, Riccardo Fuzio (Unicost) e per De Ficchy il laico del Pd Guido Calvi.  

"È una vittoria di squadra più che un successo personale''. E' quanto afferma il nuovo procuratore nazionale antimafia che ha voluto ringraziare ''il Consiglio per la fiducia e la responsabilità assegnate. Cercherò  di onorare con tutte le mie forze e capacità''. Roberti ha avuto poi parole di ringraziamento anche per i colleghi che negli ultimi dodici anni a Napoli e poi a Salerno lo hanno accompagnato ''in un percorso professionale gratificante con ottimi risultati riconosciuti dal Consiglio Superiore della magistratura''. Roberti si propone ''di rilanciare l'azione importante della Procura nazionale nel solco già tracciato dai predecessori e di confrontarsi con le nuove sfide della criminalità organizzata transnazionale, dei mercati globalizzati, dei mercati finanziari offshore e dei traffici di droga, rifiuti e purtroppo essere umani''

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Antimafia, il nuovo procuratore è Franco Roberti: "E' una vittoria di squadra"

SalernoToday è in caricamento