Spacciava droga dai domiciliari: arrestato pregiudicato a Roccadaspide

L’uomo stava scontando una pena definitiva per lo stesso reato commesso nel giugno 2019. La perquisizione è stata condotta dagli agenti della Polizia di Battipaglia

La marijuana

Un pregiudicato, già sottoposto agli arresti domiciliari nel comune di Roccadaspide, è stato nuovamente arrestato dagli agenti della Polizia di Stato del Commissariato di Battipaglia per spaccio di sostanze stupefacenti. L’uomo stava scontando una pena definitiva  per lo stesso reato commesso nel giugno 2019. 

Il blitz

Nel corso della perquisizione personale e domiciliare, infatti, i poliziotti hanno sequestrato: una pianta di marijuana in vegetazione; un sacco contenenti foglie, steli e infiorescenze essiccate di marijuana per un peso complessivo lordo d 1,150 kg; un bilancino di precisione; due cannucce in plastica intrise di sostanza di colore bianco che, al successivo narcotest, è risultata essere sostanza stupefacente del tipo cocaina; una sigaretta contenente tabacco e marijuana. Per questo il pregiudicato è stato dichiarato in arresto in flagranza di reato con provvedimento dell’Autorità Giudiziaria, che ne ha disposto la permanenza al regime degli arresti  presso il proprio domicilio. Sono state informate, infine, le Autorità Giudiziarie di Sorveglianza per le opportune valutazioni circa l’aggravamento della detenzione domiciliare in corso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Campania, parte la zona gialla "rinforzata": ecco cosa si potrà fare (e cosa no)

  • Nuovo Dpcm e zona gialla per la Campania: ecco le nuove regole da rispettare

  • Nuovo Dpcm 15 gennaio: ecco cosa dovrebbe cambiare anche in Campania, nelle zone gialle riaprono i musei

  • In Campania il numero dei vaccinati è maggiore dei vaccini arrivati: la Regione si affretta a chiarire

  • Strada ghiacciata, incidente a catena in autostrada a Pontecagnano: quattro i feriti

  • Vaccino ad amici e parenti, indaga la Procura di Salerno: intervengono i Nas

Torna su
SalernoToday è in caricamento