menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Abusi sulla nipotina e l'amica, sconto in appello per un anziano: 10 anni di condanna

In primo grado, l'uomo era stato riconosciuto colpevole e condannato a 12 anni di carcere. Giorni fa, il giudizio di appello, che ha visto assolvere nuovamente la madre dell'imputato

Sconto in appello per un uomo di 70 anni, riconosciuto colpevole di abusi sessuali sulla nipotina di 10 anni e l'amica, in un caso, di 9. Dieci anni di condanna, rispetto ai dodici del primo grado. I giudici hanno invece nuovamente assolto la madre di una delle due minori, che la procura riteneva invece colpevole. In primo grado la donna era stata assolta per mancanza di prove, non potendo stabilire se il genitore avesse avuto reale contezza di quanto accaduto. Era infatti accusata di non aver impedito quelle "violenze" sulla propria figlia, da parte del padre.  

L'indagine

Secondo le accuse della Procura, l’uomo avrebbe obbligato la nipotina a subire atti sessuali, toccandola per due volte nelle parti intime, quando la stessa si trovava a letto ammalata e quando la madre si trovava fuori, ad un funerale. Verso l'amichetta della nipote, invece, approfittò del fatto che le due giocassero insieme, in casa, mostrandosi con i pantaloni abbassati. Anche nel caso della seconda minorenne, il tribunale riconobbe la veridicità della testimonianza. Pur con "imbarazzo e vergogna", la piccola si aiutò con un foglio per descrivere i tratti salienti di quell'episodio di cui rimase vittima. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento