rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca Roccapiemonte

Roccapiemonte, l'appello del sindaco ai cittadini: "Ecco come accogliere gli ucraini"

Pagano: "Siamo siati il primo Comune ad aver immediatamente teso la propria mano alla popolazione ucraina"

Roccapiemonte pronta ad accogliere gli ucraini in fuga dalla guerra. Il sindaco Carmine Pagano, da subito impegnato per sostenere la popolazione ucraina in difficoltà a causa dell’invasione militare del loro paese compiuta dalla Russia, facendo propri anche gli inviti pervenuti dai rappresentanti tutti del Consiglio Comunale, dal parroco Don Giuseppe Ferraioli, dai rappresentanti delle associazioni locali e da numerosi residenti di Roccapiemonte, invita i cittadini a comunicare liberamente la propria disponibilità a fornire aiuti concreti agli amici ucraini. 

Il commento 

Inoltre, il sindaco Pagano, per le vie brevi, ha già dato al Prefetto di Salerno, Francesco Russo, la piena disponibilità a valutare l’eventuale utilizzo delle strutture libere sul proprio territorio in relazione all’emergenza in corso. “Roccapiemonte è stato il primo Comune ad aver immediatamente teso la propria mano alla popolazione ucraina, innanzitutto con una presa di coscienza chiara e una presa di posizione forte per dire no alla guerra, issando all’esterno del Palazzo Comunale, al fianco di quelle dell’Unione Europea, del tricolore d’Italia e del Comune di Roccapiemonte, la bandiera della Pace. Abbiamo atteso le comunicazioni ufficiali provenienti dalla Prefettura per capire come poter fornire la nostra disponibilità per l’accoglienza dei cittadini ucraini che scappano dalle zone di guerra, pur avendo già appoggiato ogni iniziativa che è stata realizzata sul territorio di Roccapiemonte al fine di acquistare ed inviare beni di prima necessità alle persone in difficoltà, grazie ad una consolidata sinergia con la comunità parrocchiale e con il mondo associazionistico locale. Già nei giorni scorsi la Cooperativa Agorà, che ringrazio, ha manifestato la propria disponibilità ad accogliere, presso la comunità educativa a dimensione familiare Il Mondo di Tommy, minori non accompagnati e nuclei familiari composti da madri con bambini provenienti dall’Ucraina che necessitino di immediata protezione e supporto psico-sociale. La speranza è che la guerra possa finire il prima possibile, nel mentre i rappresentanti dell’Amministrazione Comunale e tutti i cittadini sono pronti a dare il loro sostegno alla popolazione ucraina”. 

Il sito 

Sulla homepage del sito istituzionale del Comune di Roccapiemonte www.comune.roccapiemonte.sa.it sono disponibili i documenti per dare la propria disponibilità all'accoglienza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roccapiemonte, l'appello del sindaco ai cittadini: "Ecco come accogliere gli ucraini"

SalernoToday è in caricamento