Martedì, 16 Luglio 2024
Cronaca Roccapiemonte

Maltempo e danni a Roccapiemonte, si indaga per individuare potenziali responsabilità

I danni del maltempo avevano costretto anche 32 anziani nella casa di riposo Domus De Maria a trovare un'altra sistemazione, dopo la veloce evacuazione

Potrebbe essere avviata un'indagine per ricostruire quanto accaduto a Roccapiemonte lo scorso fine settimana, dopo i danni causati dal maltempo. Sull'episodio sarà stilata un'informativa, con la quale poi l'autorità giudiziaria deciderà se individuare o meno dei responsabili, con l'apertura di un fascicolo. 

I fatti

La zoa è quella di San Potito, frazione di Rocca. Venerdì, all'altezza del ponte che collega Roccapiemonte a Fimiani di Castel San Giorgio, un argine del torrente Solofrana si era briciolato inondando terreni, strade e case circostanti. A rischiare danni serissimi decine di persone, automobilisti compresi che si trovavano ad attraversare la strada. Intanto ieri, sono stati effettuati diversi sopralluoghi ore dal personale specializzato, per i lavori di messa in sicurezza del canale di via Fratellanza – torrente Solofrana a Roccapiemonte, con la prevista realizzazione di una barriera di contenimento, dopo la rottura dell’argine avvenuta nella giornata di venerdì. L’intervento vedrà impegnati i tecnici e gli operai del Genio Civile. I danni del maltempo avevano costretto anche 32 anziani nella casa di riposo Domus De Maria a trovare un'altra sistemazione, dopo la veloce evacuazione. Grossi problemi erano stati riscontrati anche presso alcune abitazioni, specie quella in via Caracciolo, che ha registrato un crollo considerevole di alcuni muri. Nello specifico, per una strettoia dovuta a detriti non rimossi, un muro era crollato, facendo riempire l'area di acqua e fango, facendo cedere a sua volta le mure perimetrali che delimitavano via Caracciolo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltempo e danni a Roccapiemonte, si indaga per individuare potenziali responsabilità
SalernoToday è in caricamento