Abusi presunti su minore, nessun riscontro: archiviata indagine su un 70enne

La procura di Nocera Inferiore non ha ravvisato elementi utili, nè trovato riscontri, per sostenere un processo. Il gip ha accolto tale richiesta, in una fase successiva

Archiavata l'indagine su violenza sessuale nei confronti di un uomo di 70 anni, già giudicato per lo stesso reato a 12 anni per abusi sulla nipotina e l'amichetta, entrambe minorenni. La procura di Nocera Inferiore non ha ravvisato elementi utili, nè trovato riscontri, per sostenere un processo. Il gip ha accolto tale richiesta, in una fase successiva. 

La storia

La piccola era stata sentita in un incidente probatorio, ma non aveva confermato le ipotesi della procura, che era partita dalle confidenze di una delle vittime nella prima indagine, che aveva spiegato che anche la sorellina aveva subito degli abusi. Un episodio stralciato dalla procura, rispetto all'indagine principale, e confluita in un nuovo fascicolo d'indagine, per violenza sessuale. Le conclusioni della procura, ma anche del consulente nominato dal tribunale, hanno tuttavia stabilito che la minore avrebbe potuto emulare la sorella più grande, per ragioni di affetto e risentimento, riferendo di aver subito la stessa sorte. Nel processo concluso in primo grado a giugno, invece, il 70enne era stato condannato per abusi nei riguardi della nipotina e dell'amica, consumati in tre distinti episodi secondo quanto ricostruito dalle indagine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Striscia la Notizia a Salerno: pazienti oncologici rinunciano agli esami per il blocco delle convenzioni

  • Si schianta con l'auto contro un albero: morta la 24enne di Auletta

  • Festa dell'Immacolata: non c'è il pienone in Campania, l'allarme dell'Abbac

  • La banda dell'Audi: è caccia ai ladri che svaligiano case di Salerno e provincia

  • Piazza della Libertà, i lavori saranno completati dalla "Rcm" di Rainone

  • “Si è spento serenamente”, ma l'uomo è vivo: Sarno tappezzata di "falsi" manifesti

Torna su
SalernoToday è in caricamento