Roccapiemonte, ordinanza del sindaco: sospesa l’erogazione dell’acqua potabile

Il sindaco Pagano: "L’attenzione al problema della carenza idrica, da parte mia e di tutta l’Amministrazione, è massima. Ma fare questi accorgimenti oggi, significa evitare di avere disagi in futuro"

Il sindaco di Roccapiemonte Carmine Pagano informa la popolazione che, a seguito della riduzione delle risorse idriche con abbassamenti delle falde e diminuzione delle portate utilizzabili dai pozzi negli ultimi anni e dopo aver registrato un calo nella disponibilità di acqua potabile per il quale si sta procedendo ad accertamenti tecnici e, dopo aver adottato una ordinanza sindacale con la quale si è sospesa l’erogazione notturna dell’acqua potabile dell’acquedotto pubblico dalle 23 di ogni lunedì, mercoledì e venerdì sera fino alle 5 del giorno successivo fino al 31maggio 2020, ha emesso due nuove ordinanze con le quali, con decorrenza immediata, ha disposto la sospensione dell’acqua potabile dell’acquedotto pubblico anche per ogni sabato, dalle 24 alle 5 del giorno successivo, fino al 31 maggio 2020. La decisione scaturisce dalla necessità di evitare problemi di approvvigionamento la domenica, viste le segnalazioni in tal senso da parte dei cittadini. “L’auspicio è che la situazione, una volta effettuate le verifiche tecniche, già in corso, possa tornare alla normalità. L’attenzione al problema della carenza idrica, da parte mia e di tutta l’Amministrazione, è massima. Ma fare questi accorgimenti oggi, significa evitare di avere disagi in futuro” ha dichiarato il primo cittadino.

Le nuove direttive

Sempre con decorrenza immediata, il sindaco ha ordinato il rispetto delle norme su tutto il territorio Comunale: sono consentiti i prelievi di acqua dalla rete idrica di distribuzione comunale esclusivamente per i normali usi domestici e sanitari; è disposto il divieto assoluto di utilizzare l'acqua potabile per irrigazione o innaffiamento di orti giardini e parchi, similari ecc. se non acarattere pubblico; per riempimento di ogni tipo di piscine, compreso quelle mobili e/o da giardino, similari ecc.; per lavaggio automobile/cicli/motocicli e simili; di prelevare acqua dalle fontane pubbliche per usi diversi dall’alimentazione se non da persone a questo autorizzate e per gli usi cui tali prese sono destinate; inoltre, è fatto divieto assoluto di innestare pompe o manichette, anche nelle fontanelle pubbliche, per riempire serbatoi, botti o cisterne installate su autoveicoli o portate a rimorchio, per lavaggio automezzi, similari ecc. eccezion fatta per i mezzi pubblici e/o di uso pubblico; Sono esclusi dal presente atto gli innaffiamenti dei giardini e parchi ad uso pubblico e le aree cimiteriali, che comunque devono essere eseguiti con parsimonia, qualora l’organizzazione del servizio non consenta l’innaffiamento in orario notturno, nonché i servizi pubblici di igiene urbana. Inoltre sono revocati tutti i provvedimenti in contrasto con la presente disposizione. per i possessori di piscine, in caso di loro riempimento, i proprietari dovranno esibire certificazione di apposita ditta circa l’attività di riempimento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lockdown? Arcuri lo boccia, la Campania rinuncia e procede con la didattica a distanza. Chiesti bonus e congedi parentali

  • Covid-19: torna l'autocertificazione in Campania, all'orizzonte un nuovo decreto di Conte

  • Campania: dietrofront sulla scuola, non riaprono neppure le elementari

  • Nuovo Dpcm 25 ottobre 2020: stop anticipato a ristoranti-bar, si fermano palestre e cinema

  • Fisciano, carabiniere si uccide con un colpo di pistola

  • Covid-19 a Battipaglia, 112 casi e 1 decesso. La sindaca Francese: "Ci sono i primi sintomatici, coinvolgere i medici di base"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento