Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

Asl Salerno, Roscia: "L'hospice Casa di Lara va potenziato"

A lanciare l'appello ai vertici della struttura sanitaria è il dirigente provinciale di Fratelli d'Italia

La sede

Grave è la condizione di sofferenza dei malati oncologici in generale e, in particolare, di Salerno e provincia”. A denunciarlo è il dirigente provinciale di Fratelli d’Italia Antonio Roscia che si sofferma sulla vicenda: “Appare evidente, in tutta la sua gravità, la situazione dell'Hospice per le cure palliative Casa di Lara di Salerno, una vera eccellenza della sanità pubblica, che lavora con operatività quasi dimezzata stante l'apertura di solo sette camere su dodici a causa della mancanza di personale”.

L’appello

Da Fratelli d'Italia Salerno parte, dunque, una “richiesta pressante al direttore generale della Asl di Salerno affinché l'Hospice Casa di Lara venga messo in condizione di operare a pieno regime, assumendo o trasferendo almeno sei operatori OSS presso la struttura. La civiltà di un popolo si misura anche dalla capacità di accogliere e proteggere i più deboli, come i pazienti in fine vita, fornendo servizi che rispettino la dignità dei malati e delle loro famiglie soprattutto in momenti così difficili. Sul tema - conclude Roscia - chiediamo il consenso di tutte le forze politiche e sociali, oltre ogni appartenenza, perché sulla salute dei cittadini non vi siano divisioni di parte”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Asl Salerno, Roscia: "L'hospice Casa di Lara va potenziato"

SalernoToday è in caricamento