Cronaca

Vandali danneggiano l'impianto di depurazione in Costiera: il caso

Come riporta Il Corriere del Mezzogiorno si è verificata la rottura dell'impianto che ha rovesciato nelle acque della costa d'Amalfi l'intero carico delle fognature senza alcuna depurazione

Liquami in mare dal depuratore della Costiera Amalfitana: come riporta Il Corriere del Mezzogiorno, infatti, si è verificata la rottura dell'impianto che ha rovesciato nelle acque della costa d'Amalfi l'intero carico delle fognature senza alcuna depurazione. La manomissione alle condutture elettriche del pompe è stata fatta da ignoti in coincidenza dell'avvio della manifestazione Mare Pulito che ha fatto tappa proprio tra Maiori e Minori, con il recupero di scheletri di due barche da diporto di medie dimensioni, numerose batterie esauste, motori, pneumatici, rifiuti anche ingombranti di varia natura

La manomissione è avvenuta con perizia scientifica: i vandali sono intervenuti sul quadro elettrico dell'impianto di depurazione, programmandone l'allagamento e il conseguente sversamento dei liquami in mare. «Solo circostanze fortunate hanno consentito di evitare il peggio e trasformare questo attentato in un piccolo ma autentico disastro ambientale - ha detto il sindaco di Minori, Andrea Reale - l'evidente abilità tecnica degli ignoti sabotatori lascia pensare a un gesto cosciente e deliberato», si legge sul Corriere.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vandali danneggiano l'impianto di depurazione in Costiera: il caso

SalernoToday è in caricamento