Martedì, 16 Luglio 2024
Cronaca San Leonardo / Via San Leonardo

Ruggi, 9 medici rischiano il processo: una bimba sarebbe diventata diversamente abile per una mancata diagnosi

I fatti risalgono al 2012, quando la bimba aveva nove anni: la piccola fu portata al pronto soccorso e condotta in Pediatria dopo poi fu dimessa dopo una serie di accertamenti. Nessuno le diagnosticò laMav, una malformazione arterovenosa

Sono finiti nei guai nove medici dell’ospedale San Giovanni di Dio e  Ruggi d’Aragona: rischiano il processo per il caso di una bambina diventata diversamente abile a causa di una patologia che, secondo la famiglia, non sarebbe stata diagnosticata in tempo. Il giudice delle indagini preliminari ha respinto la richiesta di archiviazione formulata dalla Procura: per i sanitari è stata disposta l’imputazione coatta.

I fatti risalgono al 2012, quando la bimba aveva nove anni: la piccola fu portata al pronto soccorso e condotta in Pediatria dopo poi fu dimessa dopo una serie di accertamenti. Nessuno le diagnosticò laMav, una malformazione arterovenosa con gravi conseguenze: successivamente è stata colta da un’embolia, con danni cerebrali di natura permanente. Oggi è costretta a vivere su una sedia a rotelle: il drammatico epilogo sarebbe potuto essere evitato se solo la diagnosi fosse stata data per tempo, secondo il Gip del tribunale di Salerno Renata Sessa.



 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ruggi, 9 medici rischiano il processo: una bimba sarebbe diventata diversamente abile per una mancata diagnosi
SalernoToday è in caricamento