Concorso per tecnici di laboratorio al Ruggi: l'appello della Cgil

Nel mirino del sindacato finiscono anche i tagli ad alcune strutture sanitarie del Salernitano. L'invito alla direzione sanitaria è di stilare un cronoprogramma delle azioni da mettere in campo

“Incredibile ma vero: in un’azienda sanitaria come il Ruggi, afflitta da una gravissima carenza di personale, esiste un concorso per tecnici di laboratorio bandito ad inizio 2019 per il quale solo adesso si è individuata l’agenzia che dovrà valutare le centinaia di domande presentate”. Lo denuncia, in una nota, la segreteria provinciale della Fp Cgil insieme ai delegati Rsu/Rsa

La polemica

Nel mirino del sindacato finiscono anche i tagli ad alcune strutture del Salernitano: “Per scongiurare la chiusura dei laboratori del “Da Procida” e di Castiglione di Ravello, praticamente certa a causa dei numerosi pensionamenti, si è reso necessario procedere nell’estate scorsa ad assunzioni a tempo determinato. Tutto questo ha creato altre sacche di precariato, laddove tempi ragionevoli per l’espletamento del concorso avrebbero consentito assunzioni stabili e in numero sufficiente a rispondere alla carenza presente negli altri laboratori, tra cui in primo luogo il trasfusionale”. Il 31 gennaio è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale, dopo 2 mesi di attesa, il concorso per l’assunzione di 160 infermieri: “Sicuramente una risposta positiva alle costanti pressioni e rivendicazioni fatte anche dalla nostra organizzazione sindacale che dà tempo chiede risposte in termini di nuovo personale. Ora però chiediamo che a chiusura deli termini per la presentazione delle domande, si attivino tutti gli strumenti per procedere in maniera spedita affinché le assunzioni vengano effettuate prima del periodo estivo”.

L’appello

La Fp Cgil resta ancora in attesa del concorso per OSS che dovrebbe bandire l’Asl. “Nelle intenzioni, consentirebbe di sopperire alla drammatica carenza di tale figura in entrambe le Aziende, aggravata dalla fuga di numerosi operatori a tempo determinato in cerca di stabilità che vincitori di concorso altrove stanno lasciando il territorio”. Il sindacato, nell’ultimo incontro del 30 gennaio in sede aziendale, ha sollecitato la triade commissariale anche per l’attivazione dei concorsi per fisioterapisti e ostetriche che – sottolineano i sindacalisti – “tardano ad essere avviati, nonostante le numerose segnalazioni effettuate da questa organizzazione sindacale sulla gravissima difficoltà in cui versano appunto la riabilitazione, l’ostetricia e la ginecologia. La lentezza con la quale si procede ad attivare tutte queste procedure è diventata intollerabile: è ora di cambiare passo accelerando fortemente tutte le procedure concorsuali e bandendo anche quelle necessarie ma non ancora previste. Sarebbe opportuno una giusta e rinnovata governance del Pronto Soccorso per un migliore coordinamento con gli altri plessi dell’Azienda. Alla triade Commissariale, la Cgil “rinnova con forza la richiesta dei “reali” dati del fabbisogno di personale al 31 dicembre 2019 al netto del personale che non può svolgere più determinate funzioni o perché in permesso/congedo come previsto dalle normative vigenti Nell’interesse legittimo degli operatori sanitari e della cittadinanza, continueremo a compulsare la Direzione commissariale, alla quale chiediamo con decisione un preciso cronoprogramma delle azioni da mettere in campo” conclude la nota.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm 3-4 dicembre: cosa cambierà, le anticipazioni

  • Beccato alla guida senza mascherina: multato conducente in autostrada

  • Salerno a lutto, è morto Ciro Di Lorenzo: ora veglierà sulla sua Maria Pia

  • Morte di Veronica, la Lucarelli contro un giornalista locale: "Era importante specificare che fosse innamorata?"

  • De Luca sul Covid: "In Campania non si andrà nelle seconde case", poi annuncia i lavori a Salerno e Battipaglia

  • Riapertura scuole in Campania, tamponi su docenti e alunni: De Luca firma l'ordinanza

Torna su
SalernoToday è in caricamento