Cronaca

Operato al cuore in una clinica, 71enne muore al Ruggi: aperta un'inchiesta

I familiari dell'uomo, residente a Maiori, hanno sporto denuncia ai carabinieri subito dopo il decesso. Nel mirino della Procura tre strutture sanitarie

Un 71 anni di Maiori, Raffaele Pastore, è deceduto ieri mattina al termine di un’odissea, iniziata lo scorso mese di maggio, all’interno di tre strutture sanitarie.

Il dramma

L’uomo – riporta Il Mattino –  è stato sottoposto ad un intervento per la sostituzione di una valvola cardiaca in una clinica di Mercogliano ; ricoverato successivamente in un centro riabilitativo e dimesso poco dopo, le sue condizioni di salute si sono aggravate. Per questo è stato trasportato d’urgenza, a seguito di un’infezione sopraggiunta dopo l’intervento, all’azienda ospedaliera-universitaria “San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona” di Salerno, dove, purtroppo, è morto ieri mattina dopo un calvario durato due mesi.

L’inchiesta

La Procura della Repubblica di Salerno ha aperto un fascicolo per fare chiarezza su tutto ciò che è avvenuto tra il 10 maggio scorso, data del primo ricovero e il 28 luglio, data del decesso, e per fare luce su responsabilità da parte dell’equipe medica dei tre centri dove l’uomo è stato ricoverato. Intanto la salma è stata posta sotto sequestro in attesa dell’esame autoptico. A sporgere denuncia ai carabinieri sono stati i familiari del 71enne.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operato al cuore in una clinica, 71enne muore al Ruggi: aperta un'inchiesta

SalernoToday è in caricamento