Cronaca

Blitz dei carabinieri del Nas al Ruggi: controllato il Pronto Soccorso

Il direttore Cantone: "Dal 1 gennaio alle ore 13 di oggi abbiamo registrato 3572 accessi. Credo che siamo la prima azienda della Campania in termini di numeri di accessi che vi sono avuti per una situazione emergenziale particolare"

L'ospedale di Salerno

Blitz questa mattina dei carabinieri del Nas all’interno dell’azienda ospedaliera San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona di Salerno. Nel corso dell’ispezione, disposta dal Ministero della Salute, sono stati controllati le sale di codice giallo e rosso del pronto soccorso, la sala di Chirurgia, le diverse postazioni e le stanze dove vengono sistemati i pazienti. “L'ispezione disposta dal ministero è andata a buon fine. Dal 1 gennaio alle ore 13 di oggi abbiamo registrato 3572 accessi. Credo – dichiara il direttore generale Nicola Cantone - che siamo la prima azienda della Campania in termini di numeri di accessi che vi sono avuti per una situazione emergenziale particolare: freddo forte, immediata chiusura delle festività natalizie, maggiori picchi influenzali, emergenze meningite hanno determinato una emergenza che però riguarda tutta l’Italia e non la sola regione Campania. Realtà grandi come il Ruggi e il Cardarelli, ad esempio, vivono queste situazioni perché rappresentano un punto di riferimento per un vasto bacino di utenza. Il Ruggi – conclude Cantone – ha fronteggiato in maniera egregia tutte le emergenze. Mi preme ringraziare i medici e tutte le categorie professionali sanitarie, il personale infermieristico e tutto il personale dei servizi di supporto per il lavoro svolto in maniera encomiabile”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blitz dei carabinieri del Nas al Ruggi: controllato il Pronto Soccorso

SalernoToday è in caricamento