rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca

Appalto delle pulizie al Ruggi: i lavoratori di Epm e Gesap protestano sul tetto

Attualmente sono in regime di proroga di sei mesi, perché la gara d’appalto per il servizio è scaduta

Esplode la protesta degli addetti alle pulizie del “San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona” di Salerno che, questa mattina, sono saliti sul tetto dell’azienda ospedaliera universitaria per chiedere di essere ascoltati dai vertici

Lo sciopero

I lavoratori della Epm e Gesap proclamano lo sciopero denunciando “inadempienze contrattuali” alla luce anche di un lento, ma progressivo, aumento del personale. Attualmente sono in regime di proroga di sei mesi, perché la gara d’appalto per il servizio è scaduta: “Se si fanno nuove assunzioni e non c’è un aumento percentuale di ore nell’appalto, i lavoratori da 4 possono scendere a 3 ore, da 2 a 3 ore, così com’è previsto da contratto” denunciano i rappresentanti sindacali con inevitabili ripercussioni sui lavoratori. Di qui la richiesta di bloccare le nuove assunzioni. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Appalto delle pulizie al Ruggi: i lavoratori di Epm e Gesap protestano sul tetto

SalernoToday è in caricamento