menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lacrime e palloncini bianchi ai funerali di Rosaria Lobascio

Il ricordo commosso del vescovo De Luca: "Una ragazza abituata a dare il meglio di se. Ecco perché con una breve vita ha lasciato un segno nella vita delle persone che l’hanno conosciuta"

Lacrime e palloncini bianchi, ieri, a Sala Consilina, dove sono stati celebrati i funerali di Rosaria Lobascio, la ragazza di 22 anni deceduta all’ospedale di Mercato San Severino otto giorni dopo un’operazione allo stomaco.

La cerimonia

Centinaia di persone si sono stretti al dolore del padre Domenico, della madre Carmela, della sorella Paola e di tutti i familiari della giovane. A celebrare la cerimonia religiosa è stato il vescovo della Diocesi di Teggiano-Policastro Antonio De Luca. Commoventi le sue parole: “Oggi parliamo tanto dei giovani, del bisogno di riempire la loro vita di senso, di impegno e di significato e noi stiamo dando l’estremo saluto a Rosaria che aveva conosciuto Gesù e viveva con impegno il senso di appartenenza alla fede cristiana ed anche l’appartenenza alla comunità parrocchiale. Una ragazza abituata a dare il meglio di se. Ecco perché con una breve vita ha lasciato un segno nella vita delle persone che l’hanno conosciuta. Di lei la comunità custodirà il ricordo gioioso e vogliamo affidarle i giovani della nostra terra”.

I funerali si sono conclusi con la canzone “Sarò libera” di Emma Marrone, la cantante preferita di Rosaria, il cui corpo riposerà in pace nel locale cimitero.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento