Cronaca

Alloggi in cambio di soldi, in dieci saranno processati

I fatti riguardavano più comuni della Provincia di Salerno

Case assegnate dietro pagamento di denaro, in 10 vanno a processo mentre il resto degli indagati patteggia la pena. Per altri, invece, condanne in abbreviato che vanno dagli 1 ai 2 anni. Si chiude la fase preliminare dell'inchiesta della procura di Salerno, che contestava a vario titolo accuse quali corruzione per atto contrario ai doveri d'ufficio, invasione di edifici, accesso abusivo ad un sistema informatico e falsità commessa da pubblici impiegati. I fatti riguardavano più comuni della Provincia.

La storia

Per entrare in un alloggio popolare - secondo le accuse - si pagavano "mazzette" di diverse migliaia di euro. L'inchiesta risale al 2021, dopo l'arresto di un ex funzionario dell'Acer. Tra gli indagati c'era anche un secondo dipendente di altro istituto ed un "mediatore", legati a chi era interessato a ottenere la casa. Le pratiche venivano manomesse attraverso il sistema informatico di gestione delle case. Si riduceva così la morosità di un apparamento, si regolarizzavano le posizioni degli occupanti, oltre a falsificare documentazione che bloccava il rilascio degli immobili, L'inchiesta portò al sequestro di 11 immobili illegittimamente assegnati situati a Salerno, Cava de' Tirreni, Nocera Inferiore, Fisciano, Eboli, Campagna, Pontecagnano Faiano e Vallo della Lucania

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alloggi in cambio di soldi, in dieci saranno processati
SalernoToday è in caricamento