rotate-mobile
Venerdì, 30 Settembre 2022
Cronaca

Crollo di Palazzo Edilizia, il processo si chiude con 15 assoluzioni

I lavori di consolidamento si protrassero per un anno e mezzo: il tratto del prospiciente lungomare Trieste, che fu chiuso dopo il cedimento, riapri il 15 marzo del 2008

Crollo di Palazzo Edilizia, assolti i 15 imputati. La sentenza è del tribunale monocratico di Napoli, perchè il fatto non sussiste.  Tra gli imputati progettista, direttore dei lavori, amministratore della ditta e società appaltatrice. E ancora, il titolare della ditta subappaltatrice dei lavori di smantellamento, responsabili sicurezza e altri

Le accuse

Diversi i rinvii così come le incompatibilità ed eccezioni sollevate che avevano rallentato i tempi del processo. Tra le accuse, quella di non aver predisposto le strutture di sostegno e di consolidamento della compagine muraria nè operazioni di puntellatura necessarie alla stabilità dell'edificio, la cui ala interessata ai lavori si accartocciò su se stessa provocando. Non ci furono vittime perchè la verticale crollata non comprendeva camere da letto: nel palazzo abitavano circa 50 persone. I lavori di consolidamento si protrassero per un anno e mezzo: il tratto del prospiciente lungomare Trieste, che fu chiuso dopo il cedimento, riapri il 15 marzo del 2008. Gli sgomberati poi tornarono a casa. L'anno era il 2007.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crollo di Palazzo Edilizia, il processo si chiude con 15 assoluzioni

SalernoToday è in caricamento