Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

Droga, esplosivi e soldi nascosti in casa: arrestati due fratelli a Salerno

Il blitz è scattato all’interno di un’abitazione situata a soli 500 metri dal Comando Provinciale, con l’intervento anche di due unità cinofile del Nucleo di Tito (Potenza): il cane antidroga “Neri” e quello antiesplosivi “Warrior”

Operazione antidroga dei carabinieri a Mercatello. Il blitz è scattato all’interno di un’abitazione situata a soli 500 metri dal Comando Provinciale, con l’intervento anche di due unità cinofile del Nucleo di Tito (Potenza): il cane antidroga “Neri” e quello antiesplosivi “Warrior”. Nella casa vi erano due fratelli salernitani P.M. , 39 anni, e P.S. , di 36. Le unità cinofile hanno da subito segnalato la presenza di materiale illecito indicando numerosi punti di ricerca. 

L'operazione

Di conseguenza, i militari si sono divisi in varie zone dell’appartamento rinvenendo: nella stanza di P.M., 7 panetti di hashish per oltre mezzo chilo, vari pezzetti del medesimo stupefacente per altri 30 grammi, bilancino e 82 ordigni pirico-esplosivi artigianali per oltre 3,5 kg di peso;in una cassapanca, altri 20 grammi di hashish; una cassaforte all’interno della cucina di cui i fratelli avevano tentato di disfarsi lanciandola dal balcone (venendo però prontamente bloccati dai militari), al cui interno si celavano 53 panetti di hashish per circa 5,2 kg, oltre a 325 grammi di cocaina all’interno di involucri termosaldati; un’ulteriore cassaforte nascosta in una busta della spesa collocata all’interno della lavatrice del bagno di servizio; tale cassaforte, aperta dai fratelli come la precedente, ha rivelato un contenuto di circa 120000 (centoventimila/00) euro in contanti;all’interno del bagno padronale, nel contenitore “panni da lavare”, materiale per taglio e confezionamento dello stupefacente, fra cui un centinaio di bustine con chiusura a pressione.

Il sequestro 

Un sequestro record per quasi 6 kg di hashish, oltre 300 grammi di cocaina, 3,5 kg di materiale esplodente e circa 120 mila euro in contanti. È stato subito richiesto l’intervento degli Artificieri Antisabotaggio del Comando Provinciale Carabinieri di Salerno per la messa in sicurezza dell’esplosivo, che sarà successivamente campionato e analizzato. Per i due fratelli, prima di oggi solo relativamente noti alle Forze Dell’ordine, si sono aperte le porte della Casa Circondariale di Fuorni. Le attività d’indagine dei carabinieri proseguono a tutto campo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Droga, esplosivi e soldi nascosti in casa: arrestati due fratelli a Salerno

SalernoToday è in caricamento