Salerno piange il carabiniere suicida: il dolore di familiari e amici

I funerali sono stati celebrati nella chiesa di “Gesù Redentore”, nella zona orientale del capoluogo, dove vivono i familiari del 39enne

Dolore a Salerno per la scomparsa del vicebrigadiere dell’Arma dei Carabinieri, L.R le sue iniziali, che, giovedì pomeriggio, si è tolto la vita all’interno della caserma di Bovino, piccolo comune della provincia di Foggia.

I funerali

I funerali sono stati celebrati nella chiesa di “Gesù Redentore”, nella zona orientale del capoluogo, dove vivono i familiari del 39enne. Presenti alla cerimonia religiosa, oltre ai parenti, anche gli amici e tanti colleghi arrivati anche dalla Puglia per stringersi al dolore della famiglia. Al termine del rito funebre, un ufficiale del comando provinciale di Foggia ha recitato la preghiera del carabiniere tra la commozione generale, seguita poi dal picchetto d’onore dell’Arma sul sagrato della chiesa.

L’inchiesta

Secondo quanto ricostruito dai colleghi, l’uomo di 39 anni, celibe, ha atteso che i suoi commilitoni si allontanassero per rimanere solo nell’ufficio: a quel punto ha esploso un colpo di pistola alla testa, utilizzando l’arma d’ordinanza. Lo sparo è stato udito subito dai colleghi che si sono precipitati per soccorrerlo. Sul posto è giunta anche un’ambulanza del 118 ma, purtroppo, è stato tutto inutile. Il 39enne è morto in pochi secondi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma al Ruggi, ragazza partorisce la figlia e poi muore di tumore

  • Costiera a lutto, è morto prematuramente il maresciallo Perrelli

  • Concorso per OSS a Salerno, annunciate anche oltre 500 assunzioni di medici e amministrativi

  • Centro commerciale La Fabbrica: lavoratori pronti allo sciopero

  • Maximall di Pontecagnano: arriva "Mondo Convenienza", nuovi posti di lavoro

  • Caso sospetto di Coronavirus a Battipaglia: esito negativo, allarme cessato

Torna su
SalernoToday è in caricamento