menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ventisei furti a 14 anni, ora arriva il cumulo pena e finisce in carcere

La donna ha fatto ricorso in Cassazione per vedersi annullare una serie di condanna emesse quasi 20 anni fa. Ma i giudici della Prima sezione penale hanno respinto il ricorso. Alcuni dei colpi commessi anche a Salerno

Quando si macchiò di una serie di furti aveva solo 14 anni. Ragion per cui, ha fatto ricorso in Cassazione per vedersi annullare una serie di condanna emesse quasi 20 anni fa. Ma i giudici della Prima sezione penale hanno respinto il ricorso

La storia

A prova di ciò, era stato allegato un certificato anagrafico, rilasciato dal Comune di Rieti, ai quali i giudici non hanno dato alcun credito, in assenza di elementi che riconducessero quel documento all'identità della donna. La stessa, oggi di 33 anni, era stata giudicata colpevole di almeno 26 furti in appartamento, consumati tra Napoli, Bari e anche Salerno. Con il cumulo di pena, la donna è finita in carcere. Nel ricorso ha spiegato, attraverso il suo difensore, di essere minorenne all'epoca dei fatti, dunque non imputabile. La Cassazione, entrando nel merito sul punto dell’età e del raggiungimento del superamento della soglia di impunibilità, ha così motivato. “Furono svolti gli accertamenti necessari, che hanno sempre concluso che fosse maggiore degli anni 14”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento