Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

Giardino della Minerva, sciame di vespe devasta l'arnia delle api

L'amarezza della consigliera comunale Sara Petrone: "Le trappole che avevamo messo non sono state sufficienti, le vespe in zona sono troppe ed è stato impossibile contrastarle in un periodo in cui hanno già proliferato"

E’ allarme vespe al Giardino della Minerva di Salerno. Da alcuni giorni, infatti, la pericolosissima vespa orientalis, una spiece che da tempo ormai vola per i vicoli del centro storico, ha sterminato le api che avevano trovato casa in un’arnia urbana progettata dalla consigliera comunale Sara Petrone, dalla Fondazione della Comunità Salernitana, Legambiente Salerno Orizzonti, Voglio un mondo pulito ed altre associazioni di cittadini che avevano aderito alla campagna ”save bee queen”.

Lo sfogo della consigliera Petrone:

“Abbiamo lottato per settimane, con tutte le tecniche a nostra disposizione e conoscenza e ringrazio Dio di avermi fatto trovare un angelo, Gianluca Mucciolo di La Corte apicoltura, colui che ci ha donato lo sciame e l'ha preso a cuore dal primo momento, che ha affiancato i "guardiani" dell'arnia: Luciano Mauro, Mauro Pellecchia e Grimaldi Carmine che, nonostante le difficoltà, hanno lottato in questo periodo affianco alle loro piccole ospiti. Uno sciame che ha difeso strenuamente l'alveare e tutto ciò che vi era dentro, come abbiamo evinto dal grande quantitativo di vespe che le api erano riuscite a eliminare prima di essere sopraffatte. Api che in pochi mesi avevano iniziato già la produzione del miele, come abbiamo evinto dai telai che ieri mattina abbiamo estratto dall'arnia. Abbiamo trovato telai pieni di covate, segno di una grande produttività delle api, e ben tre celle reali predisposte per future regine.Le trappole che avevamo messo non sono state sufficienti, le vespe in zona sono troppe ed è stato impossibile contrastarle in un periodo in cui hanno già proliferato. I calabroni sono entrati nell'arnia e hanno divorato ogni cosa. Ma insieme abbiamo trovato la forza per andare avanti accettando le nuove sfide che abbiamo trovato lungo percorso. Metteremo in campo ogni azione preventiva possibile per l'anno prossimo, per risolvere il problema per la nostra arnia, ma anche per il centro storico (ho raccolto racconti di abitanti che assistono a scene inverosimili quando, ad esempio, fanno mangiare i gatti). Stiamo cercando di individuare dove sono i nidi, o il nido gigante, per contrastare questo squilibrio ecosistemico -legato tanto al cambiamento climatico- e far sì che le api possano trovare una collocazione sicura nel nostro Giardino, segno di un'alleanza vincente tra uomo e api contro l'estinzione delle specie viventi. I soldi che sono stati donati e che Fondazione Comunità Salernitana onlus custodisce per il progetto, verranno prioritariamente utilizzati per attuarlo a seguito delle nuove sfide che si sono prospettate. Un nuovo sciame verrà allevato durante questo inverno dal nostro apicoltore mentre al Giardino verranno effettuati dei trattamenti ad hoc sull'arnia acquistata, che subirà alcune modifiche per impedire l'ingresso alle vespe”. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giardino della Minerva, sciame di vespe devasta l'arnia delle api

SalernoToday è in caricamento