rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Cronaca

Tensione nel carcere di Salerno: detenuto incendia la cella e aggredisce i poliziotti

Il segretario del Sappe Capece: "Poteva essere una tragedia, sventata dal tempestivo intervento dei poliziotti penitenziari di servizio nel Reparto e dal successivo impiego degli altri poliziotti penitenziari in servizio nella struttura"

Un detenuto salernitano, "già resosi protagonista di gravi eventi critici tra le sbarre - come alcune aggressioni contro gli agenti - ha prima incendiato tutto quello che aveva nella cella e poi ha aggredito i poliziotti che, con il loro tempestivo intervento, gli avevano anche salvato la vita".  Il fatto, come denuncia il segretario nazionale per la Campania del Sindacato Autonomo di Polizia Penitenziaria Sappe Emilio Fattorello, si è verificato nel carcere di Salerno. 

La solidarietà 

Gli fa eco il segretario generale del Sappe Donato Capece: “A loro va tutta la solidarietà: un grande abbraccio va al collega che è stato picchiato”. Per Capece quelli vissuti nel carcere salernitano sono stati “momenti di grande tensione e pericolo, gestiti con grande coraggio e professionalità dai poliziotti penitenziari. Poteva essere una tragedia, sventata dal tempestivo intervento dei poliziotti penitenziari di servizio nel Reparto e dal successivo impiego degli altri poliziotti penitenziari in servizio nel carcere. Quanto accaduto nell'Istituto di Salerno, un carcere - che è per altro da tempo senza un Comandante titolare del Reparto di Polizia Penitenziaria - è sintomatico del fatto che le tensioni e le criticità nel sistema dell'esecuzione della pena in Italia sono costanti”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tensione nel carcere di Salerno: detenuto incendia la cella e aggredisce i poliziotti

SalernoToday è in caricamento