menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pesce in cattivo stato e non tracciabile: sequestri e multe a Salerno

Blitz dei militari del Reparto Operativo Aeronavale della Guardia di Finanza di Napoli che in due distinti controlli notturni, hanno sigillato oltre due tonnellate tra frutti di mare e altro pescato

Pesce in cattivo stato di conservazione e non tracciabile nel mirino dei militari del Reparto Operativo Aeronavale della Guardia di Finanza di Napoli, che in due distinti controlli notturni, con la collaborazione dei funzionari del servizio ispettivo veterinario delle Asl di Napoli e di Salerno e del Centro di riferimento regionale per la sicurezza sanitaria del pescato, hanno sottoposto a sequestro oltre due tonnellate tra frutti di mare e altro pescato all'interno dei mercati ittici di Mugnano e di Salerno. Le loro ispezioni hanno interessato sia i box destinati alla vendita del prodotto ittico, sia gli automezzi refrigerati utilizzati per il suo trasporto.

Il blitz a Salerno

Oltre a pescato non tracciato di varie specie, sono state rinvenute numerose cassette di novellame di sarda (o bianchetto), di cui è vietata la pesca e la messa in commercio. Multe per le ditte per importi che variano dai 750 ai 4.500 euro. I controlli sanitari volti a certificare le specie ittiche e l'eventuale loro idoneità hanno dato esito negativo e non hanno fornito la sufficiente garanzia di freschezza e salubrità per il consumo umano. Gli accertamenti proseguiranno per ricostruire la filiera commerciale e risalire ai fornitori che approvvigionano in nero i mercati ittici. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Laureana Cilento, consiglieri donano fiori alle piazze del paese

  • social

    Lotto tecnico, continuano le vincite: ecco i nuovi numeri

  • social

    Promozione culturale, pubblicato l'avviso della Regione Campania

Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento