Omicidio D'Onofrio a Pastena, condannato a 16 anni anche il secondo imputato

Il secondo dei due fratelli dovrà scontarne la pena nel carcere minorile di Airola, dove si trova rinchiuso dall’ottobre dello scorso anno, al termine di un’indagine lunga

Uccise insieme al fratello il 35enne Ciro D’Onofrio e all’epoca dell’omicidio aveva appena 17 anni. Dovrà scontarne 16 nel carcere minorile di Airola dove si trova rinchiuso dall’ottobre dello scorso anno al termine di un’indagine lunga.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'omicidio

Il gup del tribunale per i minorenni di Salerno ha condannato il fratello minore di E.S. , accusato di aver preso parte all’omicidio consumatosi il 30 luglio 2017 in via Kennedy a Pastena. A carico del ragazzo è stata esclusa l’aggravante della premeditazione confermata invece per il fratello. La sentenza è arrivata Due mesi dopo da quella a carico del fratello E. , giudicato colpevole lo scorso maggio a 30 anni di reclusione. L'omicidio sarebbe maturato nell'ambito degli scontri legati allo spaccio di droga. Ad incastrare il giovane, fuorno le indagini della Squadra Mobile, che incrociarono filmati di videosorveglianza privati e comunali, oltre alle celle di ponti radio telefonici. Così, si scoprì che quella sera i due fratelli sarebber stato insieme, in sella ad uno scooter, partiti dalla loro casa di San Mango Piemonte. Arrivati a Pastena, in via Kennedy, secondo la Procura, i fratelli avvicinarono la vittima e cminciarono a discutere. Tra le parti, pare vi fosse un debito non ancora saldato. La stessa vittima, come ricostruito dalle indagini, aveva confermato nel corso di una telefonata l'appuntamento con i due fratelli. Poi gli spari, tre, esplosi da una calibro 9 che non lasciarono scampo al 35enne. Ad oggi, non è stato ancora stabilito però chi due fratelli sparò con la pistola, con la condanna contestuale ora arrivata anche per il secondo, in concorso con l'altro imputato

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, nuova ordinanza della Regione Campania: confermate le restrizioni

  • Campania: dietrofront sulla scuola, non riaprono neppure le elementari

  • Covid-19: torna l'autocertificazione in Campania, all'orizzonte un nuovo decreto di Conte

  • Superenalotto, la Dea bendata bacia Salerno: vinti 25mila euro

  • Covid-19: il coprifuoco inizia venerdì, De Luca denuncia la mancanza di personale sanitario

  • Ordinanza anti-Covid di De Luca, i commercianti bloccano via Roma: "Il sindaco scenda dal Comune"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento