"Dateci i soldi oppure vi distruggiamo il negozio": presi due membri di una babygang a Salerno

Sgominata una banda, composta da dodici ragazzi tra minorenni e maggiorenni, specializzata nel compiere atti intimidatori ed estorsioni nei confronti di cittadini stranieri che gestiscono alcune attività commerciali del centro storico di Salerno

Foto di repertorio

Una banda, composta da dodici ragazzi tra minorenni e maggiorenni, specializzata nel compiere atti intimidatori ed estorsioni nei confronti di cittadini stranieri che gestiscono alcune attività commerciali del centro storico di Salerno, è finita nel mirino della Polizia.

L'inchiesta

Nelle ultime ore due suoi componenti - riporta Il Mattino - un 16enne (C.C. per il quale il giudice Enzo Di Florio del Tribunale per i Minorenni ha disposto la misura cautelare in una comunità) così come un maggiorenne (per il quale si procede separatamente), sono già stati identificati mentre gli altri sono in via di identificazione. I due, insieme agli altri membri della banda, tra i mesi di aprile 2017 e luglio scorso, si sarebbero recati quasi quotidianamente nell’attività commerciale di via Roma gestita da due fratelli bengalesi pretendendo di consumare cibo ed asportando bibite dal frigorifero senza pagare o pagando solo parzialmente, ma anche compiendo atti vandalici come cospargere la sabbia all’interno del negozio o buttare per aria sedie ed altre suppellettili presenti nel negozio. In un’occasione i due indagati già identificati, insieme ad altri tre componenti della gang, nei confronti di uno dei due fratelli stranieri avrebbero pronunciato frasi del tipo “devi darci i soldi altrimenti ti distruggiamo e ti facciamo chiudere l’attività. Noi a Salerno siamo forti”.

Immediato l’intervento della polizia, allertata da uno dei due fratelli stranieri (6 luglio scorso), ha evitato il pagamento della somma di denaro. In quell’occasione, sempre alla polizia, arrivò anche la telefonata da un tale R.D.G. e, giunti sul posto, gli agenti oltre ai due titolari dell’attività commerciale trovarono anche altre due persone (l’adulto un 16enne) e furono proprio questi ultimi a parlare di una lite insorta con i due stranieri che - a loro dire - li avrebbero cacciati in malomodo dal locale. I proprietari del negozio, però,  fornirono una versione completamente diversa indicando nei due giovani - insieme a molti altri - i protagonisti di più richieste estorsive.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta con l'auto contro un albero: morta la 24enne di Auletta

  • Festa dell'Immacolata: non c'è il pienone in Campania, l'allarme dell'Abbac

  • La banda dell'Audi: è caccia ai ladri che svaligiano case di Salerno e provincia

  • Tempesta di acqua e vento a Salerno: alberi sradicati, caos sulla Tangenziale

  • Maltempo e danni a Salerno, alberi su auto in via Roma: ci sono feriti

  • Provano a truffare un'anziana a Salerno: dipendente delle Poste chiama la Polizia

Torna su
SalernoToday è in caricamento