Salerno, la richiesta dei familiari dei detenuti: "Colloqui all'aperto"

Diverse volanti e due camionette di carabinieri e Polizia di Stato presidiano l’ingresso della casa circondariale situata nel quartiere Fuorni

Il presidio delle forze dell'ordine (Foto Gerardo Scafuro)

Dopo la rivolta di sabato scorso da parte dei detenuti contro la sospensione dei colloqui disposta dal Governo per prevenire la diffusione del Coronavirus, sono state rafforzate le misure di sicurezza presso la casa circondariale di Salerno. I familiari dei detenuti nella casa circondariale di Salerno sono  davanti ai cancelli del carcere per chiedere colloqui all'aperto e per conoscere le condizioni di salute dei loro parenti. Hanno chiesto la possibilità di incontrare i detenuti lontano dalla sala colloqui, nella cosiddetta "area verde". La direzione del carcere ha assicurato che non c'è alcun caso tra i detenuti di Salerno di coronavirus 
 

Il presidio

Diverse volanti e due camionette di carabinieri e Polizia di Stato presidiano l’ingresso del carcere situato nel quartiere. La direzione del carcere ha assicurato che non c'è alcun caso di coronavirus tra i detenuti di Salerno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La strage del Covid-19: muore nella notte 33enne incinta, Nocera piange Veronica

  • In arrivo nubifragi in Campania: le previsioni meteo per Salerno e provincia

  • Beccato alla guida senza mascherina: multato conducente in autostrada

  • Ospedale di Scafati, parla un paziente Covid: "Miracoli fatti in Campania? Qui mancano i caschi"

  • Lutto a Buonabitacolo: muore a 35 anni l'Appuntato Scelto Luca Ferraiuolo

  • Decreto del 4 dicembre: che cosa succederà a Natale, le indiscrezioni

Torna su
SalernoToday è in caricamento