Covid-19 a Salerno, gli uffici comunali restano chiusi: rinviate nozze e promesse

Il sindaco Vincenzo Napoli ha prorogato la chiusura delle sedi municipali fino al 3 maggio. Tra marzo e aprile i “sì” che non è stato possibile pronunciare sono circa una ventina

Le promesse e i matrimoni possono aspettare ancora un po’. Il sindaco di Salerno Vincenzo Napoli, infatti, ha prorogato, al prossimo 3 maggio, l’ordinanza di chiusura degli uffici comunali. E, dunque, anche la sede di via Picarielli,  non sarà riaperta prima di tredici giorni.

I numeri

Lì’, l’ultima celebrazione di matrimonio civile, risale agli inizi del mese di marzo, prima dell’entrata in vigore delle nuove normative nazionali contro la diffusione del Coronavirus. Complessivamente - riporta Il Mattino - sono un’ottantina le promesse di matrimonio posticipate, mentre per quanto riguarda i riti civili, alcuni sono stati rinviati a fine anno e altri tra luglio e agosto. Tra marzo e aprile i “” che non è stato possibile pronunciare sono circa una ventina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm 3-4 dicembre: cosa cambierà, le anticipazioni

  • Salerno a lutto, è morto Ciro Di Lorenzo: ora veglierà sulla sua Maria Pia

  • Morte di Veronica, la Lucarelli contro un giornalista locale: "Era importante specificare che fosse innamorata?"

  • De Luca sul Covid: "In Campania non si andrà nelle seconde case", poi annuncia i lavori a Salerno e Battipaglia

  • Riapertura scuole in Campania, tamponi su docenti e alunni: De Luca firma l'ordinanza

  • Natale 2020, approvato il Dpcm: ecco le regole per spostamenti, negozi e scuole

Torna su
SalernoToday è in caricamento