rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca

“Salerno Pulita? No, Sporca": Zitarosa e Adinolfi sul piede di guerra

Zitarosa: "Sembrerebbe che, con una comunicazione di servizio, si obblighino i dipendenti della società a fornirsi di carburante, per i veicoli in dotazione, esclusivamente presso due servizi della città"

“Salerno Pulita? No, Sporca". Questa la provocazione lanciata dal Gruppo Consiliare PdL Forza Italia, all'amministratore unico di Salerno Pulita, Pellegrino Barbato ed al sindaco e vice ministro Vincenzo De Luca. "Sembrerebbe che, con una comunicazione di servizio a firma del direttore tecnico, Giuseppe Beluto e dell’assistente all’amministratore Barbato, Luisa Iannone, si obblighino i dipendenti della società a fornirsi di carburante, per i veicoli in dotazione, esclusivamente presso due servizi della città e, sicuramente, non per il minor prezzo concesso. Tale circostanza, se vera, costituirebbe una violazione palese della concorrenza a vantaggio di qualche imprenditore", ha sottolineato il consigliere comunale Giuseppe Zitarosa.

"Mi chiedo, in effetti, cosa sottintenda questa scelta e perché debbano beneficiare del servizio soltanto due distributori su centinaia presenti in città. Chiedo, infine, che vengano chiariti i passaggi e le motivazioni che hanno condotto alla riassunzione, all'età di 67 anni e con contratto Quadro, la signora Luisa Iannone, già in pensione e riassorbita nella Salerno Pulita - insistono dal Gruppo Consiliare -  Sottolineando, inoltre, che il trattamento economico a cui viene sottoposta mi sembra alquanto eccessivo. Ricordiamo che precedentemente Salerno Pulita ne spendeva molto meno per tre componenti nel Cda. Una scelta quindi, quest'ultima, che, parrebbe, ne abbia fatto lievitare notevolmente i costi. Alla faccia della spending review!". Il consigliere comunale Zitarosa, dunque, chiede chiarezza.

E sempre a proposito di Salerno Pulita, il consigliere comunale Raffaele Adinolfi, incalza: "Moltissime persone si sono lamentate perchè il modulo di domanda per partecipare al concorso di Salerno Pulita prevede l'ISEE 2011 che i CAF non possono rilasciare. Sarebbe quindi impossibile presentare domanda: oggi i candidati hanno provato a chiedere informazioni alla praxi ed a Salerno Pulita senza successo. Si risolva il problema, si preveda una congrua proroga dei termini ed una soluzione per i tutti i precari del settore rifiuti. Chiedo al presidente della commissione trasparenza di approfondire la tematica in una commissione convocata ad hoc", ha concluso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Salerno Pulita? No, Sporca": Zitarosa e Adinolfi sul piede di guerra

SalernoToday è in caricamento