Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca

Salerno Pulita presenta il drone anti sversamenti e cambia il "giorno dell'indifferenziato"

L'amministratore unico Bennet ha presenziato al primo volo sperimentale del drone che dovrà fungere da deterrente per l'abbandono indiscriminato di rifiuti. Il progetto durerà tre mesi, costo 10mila euro. Dall'1 dicembre, al via la campagna di comunicazione per l'eliminazione delle campane del vetro

Tre mesi di collaborazione, 8 giorni di controlli cadenzati, 6 ore di volo: il drone anti sversamenti volteggerà sulle zone "attenzionate" dal Comune di Salerno, dalla Polizia Municipale, da Salerno Pulita e controllerà i furbetti del sacchetto a chilometro zero. Il nuovo progetto, che si avvale della collaborazione dell'azienda Samo di Bari, è stato presentato oggi dall'amministratore unico di Salerno Pulita, Vincenzo Bennet. Largo Campo è stato il quartier generale: il drone, all'interno del centro storico, può raggiungere 120 metri di quota. Vigilerà dall'alto ma sarà utilizzato congiuntamente alle Guardie Ambientali Nazionali. Il controllo incrociato servirà da deterrente ma anche ad individuare con maggiore facilità zone ed orari di sversamento illegale di rifiuti. 

I dettagli

L'abbandono indiscriminato di rifiuti con formazione di micro discariche è una piaga che il Comune di Salerno contrasta da tempo. Salerno Pulita controlla con il drone, tramite l'azienda Samo (nome in omaggio all'isola greca nella quale si riunivano innovatori) di Bari per verificare sversamenti e ha fatto manifestazione di interesse. Hanno risposto in 7. È stata selezionata un'associazione di volontariato che, d'intesa con Polizia Municipale, può anche irrogare multe. I volontari selezionati avranno potere di sanzionamento in materia di mancato rispetto degli orari, delle modalità e dei giorni stabiliti per il conferimento delle singole frazioni di rifiuti; di abbandono di ingombranti e sversamenti abusivi sul suolo pubblico, di mancato ritiro dei bidoni carrellati dopo lo svuotamento. La procedura sarà ultimata con la stipula della convenzione con il Comune. Alcune zone della città sono state già "attenzionati" ieri: le zone monitorate sono state via dei Carrari a San Leonardo, via Parmenide a Mercatello, via Paradiso di Pastena, via Belvedere, Casa Manzo fino a Matierno. Stamattina, operazione replicata a via Roma, tutto il centro storico basso. Oggi gli operatori hanno dovuto con i piedi toccare le buste per comprendere se davvero al proprio interno ci fosse umido o anche altri rifiuti, ad esempio lattine. Non è stato possibile raccogliere tutto il materiale contenuto nelle buste, perché erano presenti al proprio interno altre tipologie di rifiuti. Il drone sarà attivato in via sperimentale, funzionante per 8 giorni al mese, sei, sette ore di volo al giorno nelle zone indicate dal Comune di Salerno. Seguirà il raccordo anche con i volontari che operano in strada".

La presentazione dell'iniziativa


Il commento di Vincenzo Bennet, amministratore unico di Salerno Pulita: "Fermiamo il. fenomeno delle micro discariche e lo sversamento indiscriminato di rifiuti. Sarà sempre necessario poi intervenire via terra per capire quali sono le zone e gli orari nei quali le persone conferiscono in maniera illegittima. Salerno Pulita ha anche selezionato Guardie Ambientali Nazionali, abilitate a fare multe. È al vaglio del Comune la stipula di una convenzione, già attiva in altre localiità, ad esempio Battipaglia, Cava de' Tirreni. La prova del drone durerà 3 mesi: costo 10mila euro, investimento che ritengo necessario perché il costo che sosteniamo per l'errato conferimento è molto più alto. L'esempio lampante è il polistirolo nel cartone. Quando arriviamo a conferire, la piattaforma non fa scaricare il furgone e perdiamo molto tempo nella separazione dei rifiuti. Ragioniamo sulla eliminazione delle campane del vetro. L'1 dicembre, partiremo con la campagna di comunicazione, trascorreranno altri 45 giorni per informare i cittadini, spiegheremo che la raccolta verrà fatta porta a porta e molto probabilmente cambieremo il giorno di raccolta dell'indifferenziato e dedicheremo più spazio alla raccolta degli abiti usati ma anche alla raccolta nei lidi e nei porti. Ad ottobre e novembre saremo già nelle scuole per informare e da gennaio-febbraio 2022 siamo pronti a partire. Invito le persone a consultare l'app per le segnalazioni e per il ritiro degli ingombranti".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salerno Pulita presenta il drone anti sversamenti e cambia il "giorno dell'indifferenziato"

SalernoToday è in caricamento