Cronaca

Salerno Pulita, intesa tra Comune e sindacati: salvati i posti di lavoro

Il sindacalista Rispoli (Csa Fiadel): "Gli operatori non sono un costo ma garantiscono servizi"

Si sblocca la vertenza di Salerno Pulita, intesa tra Comune di Salerno e sindacati: nessuna espulsione e saranno garantiti tutti i posti di lavoro all'interno della società municipalizzata addetta alla raccolta dei rifiuti nel capoluogo.

Il vertice

Sono emerse importanti novità dall’incontro convocato dal sindaco di Salerno Enzo Napoli con i rappresentanti delle sigle sindacali che avevano chiesto un faccia a faccia sul futuro della società in house, in particolare relativamente ai posti a rischio. Insieme al primo cittadino, hanno partecipato al confronto gli assessori Savastano e Della Greca e l’amministratore unico della società Nicola Sardone. Grande enfasi è stata posta sugli operatori del settore delle pulizie negli uffici giudiziari, la cui commessa non sarà rinnovata, ma anche sul full time per gli ex lavoratori interinali e delle società cooperative e il rinnovo della convenzione tra Comune e Salerno Pulita. “Dall’incontro sono emerse risposte importanti – afferma Angelo Rispoli, segretario della Fiadel – Nessuna unità verrà espulsa, ma garantita all’interno di Salerno Pulita e nel medio termine, dopo il rinnovo della convenzione, sarà sanato il problema delle ore, con il full time per tutti. Come sindacato terremo alta l’attenzione e ci aspettiamo che gli impegni presi dal Comune abbiano un seguito. Salerno Pulita e i suoi operatori non sono un peso né un costo per i cittadini, ma un investimento per garantire servizi essenziali in un settore come l’igiene urbana”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salerno Pulita, intesa tra Comune e sindacati: salvati i posti di lavoro

SalernoToday è in caricamento