Cronaca

Prometteva assunzioni in Rai e a Trenitalia, condannata per truffa

Si tratta di una 43enne salernitana, titolare di una agenzia per pratiche universitarie

Aveva promesso posti di lavoro intascando poi del denaro che le vittime avevano sborsato, speranzose di ottenere un contratto a tempo indeterminato che, in realtà, non sarebbe mai arrivato. E' stata condannata ad 1 anno senza le attenuanti generiche ed ad una provvisionale nei confronti delle sue due vittime: di 53mila euro e 10mila euro. Si tratta di una 43enne salernitana, titolare di una agenzia per pratiche universitarie

L'indagine

L'imputata rispondeva di truffa. Due gli episodi ricostruiti dagli inquirenti ai danni di altrettante persone giunte ad indebitarsi pur di ottenere un contratto a tempo indeterminato che, in realtà, non era mai stato firmato. Nel primo episodio contestato, l’imputata avrebbe raggirato due coniugi con la promessa di fare assumere il figlio presso la redazione della trasmissione televisiva “Uno Mattina” purché questi avesse partecipato prima ad un master universitario del costo di 7mila euro e poi ad un corso di formazione professionale pari ad 8mila euro. La seconda truffa è stata posta in essere ai danni di una seconda persona, che si era presentata presso l’agenzia universitaria ubicata a Salerno, dove l’imputata le promise il suo aiuto. In particolare, secondo le accuse, la donna affermmò che avvrebbe potuto aiutare la vittima a lavorare con Trenitalia , prospettandole la possibilità di partecipare a dei corsi a pagamento facendole perfino sottocrivere un falso contratto con Trenitalia e consegnandole un tesserino identificativo, nonchè offfrendole un allloccio a suo dire semmpre convenzionato con Trenitalia. La vittima aveva pagato 20mila euro per i corsi e per la locazione del’immobile.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prometteva assunzioni in Rai e a Trenitalia, condannata per truffa

SalernoToday è in caricamento