Salerno, blitz della Guardia Costiera: sequestrate numerose “nasse”

Gli attrezzi abusivamente posizionati erano disposti e collegati con una cima alle cui estremità si trovavano rudimentali galleggianti volti ad agevolarne il recupero e renderne difficile l’individuazione da parte degli organi di vigilanza

Nella mattinata di oggi la Guardia Costiera di Salerno ha portato a termine un’operazione contro la pesca illegale nelle acque di giurisdizione. Gli uomini della Capitaneria di Porto, a bordo della motovedetta Cp 581, hanno sequestrato numerose “nasse” posizionate da ignoti e prive degli elementi necessari all’identificazione.

I sequestri

Gli attrezzi abusivamente posizionati erano disposti e collegati con una cima alle cui estremità si trovavano rudimentali galleggianti volti ad agevolarne il recupero e renderne difficile l’individuazione da parte degli organi di vigilanza. I controlli della Capitaneria di Porto continueranno anche nei prossimi giorni con l’impiego di unità navali e di mezzi terrestri, al fine di contrastare la pesca illegale. La Guardia Costiera gli attrezzi da pesca devono essere correttamente segnalati per evitare intralcio alla navigazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Litorale di Salerno, spunta la diga soffolta per allungare la spiaggia

  • Salerno si stringe attorno a Carmine Novella, il Capitano ringrazia e promette: "Lotterò a testa alta"

  • Sviene quattro volte in un giorno e gira tre ospedali, poi il decesso: indagati 2 medici

  • "Forza Capitano!": Salerno fa il tifo per Carmine Novella

  • Covid-19: muore un 34enne ad Agropoli, nuovi casi a Caggiano e Pagani

  • Covid-19: muoiono altri 4 positivi, 11 decessi in 24 ore nel salernitano. Altri casi in 10 comuni

Torna su
SalernoToday è in caricamento