Cronaca

Pranzi e cene di Natale e di fine anno, sequestri e chiusure dei carabinieri del Nas

Prima del consueto brindisi e dei festeggiamenti di vigilie e cenone, a Salerno e in provincia ,il lavoro dei carabinieri del Nas, ha permesso di raggiungere risultati importanti, in termini di sequestri di cibo non sicuro

Prima del consueto brindisi e dei festeggiamenti di vigilie e cenone, a Salerno e in provincia il lavoro dei carabinieri del Nas, nucleo antisofisticazione e sanità, ha permesso di raggiungere risultati importanti, in termini di sequestri di cibo non sicuro e anche sotto il profilo amministrativo, con locali sanzionati per violazioni di legge

Le operazioni

Come racconta "La Città", i militari hanno svolto controlli e verifiche presso attività commerciali di vario tipo, dalle pasticcerie ai ristoranti, fino ai piccoli e grandi supermercati. In provincia di Salerno, ad esempio, sono state sequestrate 40 tonnellate di conserve di pomodori prive di tracciabilità, oltre 300 chili di prodotti alimentari in diversi ristoranti, sempre per le medesime ragioni, e circa duecento chili di alimenti presso negozi di pasticceria. A Battipaglia, ad esempio, un market è stato chiuso per gravi carenze igienico sanitarie. Non sono state dimenticate le pescherie, con oltre 200 chili di pesce posto sotto sequestro per mancanza di tracciabilità, al quale è seguita anche la sanzione prevista dalla legge, di svariate migliaia di euro. Alcune attività sono state chiuse e potranno riaprire solo quando ripristineranno le violazioni commesse

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pranzi e cene di Natale e di fine anno, sequestri e chiusure dei carabinieri del Nas

SalernoToday è in caricamento