rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
Cronaca San Marzano sul Sarno

Morì in un incidente, accollano responsabilità ad un altro: condannate entrambe

Era il dicembre 2012, in via Zeccagnuolo, quando l'auto della vittima impattò con un camion, che non gli lasciò scampo

Spinsero dipendente ad accollarsi la responsabilità di un incidente mortale, a seguito del quale morì un 68enne di Pagani, M.C. Era il dicembre 2012, in via Zeccagnuolo, quando l'auto della vittima impattò con un camion, che non gli lasciò scampo. Per quei fatti, due donne - di cui una amministratore della ditta titolare del camion - sono state condannate ad 1 anno e 6 mesi per favoreggiamento personale. Il resto delle accuse è andato prescritto, come il reato di omicidio colposo, contestato al giovane che realmente guidava il camion.

La storia

Subito dopo l’incidente, l’autista dell’autocarro si allontanò dal luogo del sinistro, per poi presentarsi a distanza di alcune ore al comando dei vigili accompagnato dal suo legale. L’uomo fu incriminato per omissione di soccorso e omicidio colposo. Prima, però, le due donne avevano raggiunto la moglie di un altro dipendente, convincendola a spingere il marito ad autoaccusarsi dell'incidente. Circostanza che gli valse l'accusa di autocalunnia. Le indagini chiarirono, poi, responsabilità di tutti gli imputati. Il processo si è chiuso giorni fa, con le condanna per le sole due donne per favoreggiamento. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morì in un incidente, accollano responsabilità ad un altro: condannate entrambe

SalernoToday è in caricamento