Travolse e uccise un pedone con l'auto a San Marzano sul Sarno: 38enne a processo

L'uomo è accusato di omicidio colposo per la morte di Michele Naddeo. Il gup ha accolto la richiesta di rinvio a giudizio presentata dalla Procura di Nocera Inferiore

E’ accusato di omicidio colposo il conducente dell’automobile che, il 13 novembre 2017, travolse e uccise Michele Naddeo, 55 anni, a San Marzano sul Sarno. Il gup del tribunale di Nocera Inferiore, infatti, ha accolto la richiesta di rinvio a giudizio presentata dalla Procura che lo accusa di imperizia e negligenza mentre era alla guida della vettura, con infrazioni contestate anche al Codice della Strada.

Il processo

A processo è finito un 38enne, incensurato, che, quella sera, investì con la sua vettura (Fiat Punto) il 55enne mentre stava attraversando la strada. Quest’ultimo morì qualche giorno dopo in ospedale. Il conducente non avrebbe ridotto la velocità quando si rese conto di quello che stava per succedere. Una tesi, questa, che sarebbe stata confermata, nella loro informativa, anche dai carabinieri. L’uomo, comunque, è pronto a difendersi dalle accuse in tribunale.

Potrebbe interessarti

  • Salerno: 5 locali perfetti per trascorrere una serata in riva al mare

  • "Aiuto, la strada è infestata dai serpenti": allarme dei residenti a Calata San Vito

  • Invasione di insetti rossi a Salerno: la gente scappa dal lungomare

  • Il mare più bello d'Italia è quello di Pollica e del Cilento Antico: parola di Legambiente e Touring Club

I più letti della settimana

  • "Do 1000 euro a chi restituisce il cellulare alla mamma di Alessandro": l'appello di un nostro lettore

  • Dramma a Nocera, precipita dal tetto di una scuola: muore operatore

  • Salerno: 5 locali perfetti per trascorrere una serata in riva al mare

  • "Aiuto, la strada è infestata dai serpenti": allarme dei residenti a Calata San Vito

  • Festeggiano il matrimonio in un ristorante ma non pagano il conto: neo sposini nei guai

  • Sole, mare e panorami mozzafiato: i Giardini del Fuenti incantano grandi e piccini

Torna su
SalernoToday è in caricamento