rotate-mobile
Domenica, 29 Gennaio 2023
Cronaca San Marzano sul Sarno

Schiaffo fatale, batté la testa poi la morte dopo 5 mesi: uomo condannato in via definitiva

A stabilire il nesso tra quel colpo subito e le conseguenze che portarono al decesso, poi, fu una consulenza medico legale disposta dalla Procura di Nocera Inferiore

Diventa definitiva la condanna a 4 anni e 5 mesi per un 66enne di San Marzano, per omicidio preterintenzionale. Colpì un 71enne con uno schiaffo, con la vittima che battè la testa a terra, dopo aver perso l'equilibrio. Dopo 5 mesi di ricovero, morì, in ragione di un grave trauma cranico poi peggiorato col tempo. In un bar di San Marzano, i due discutevano di alcuni soldi per lavori condominiali, che la vittima avrebbe preteso e che invece, l'imputato, sosteneva di aver già saldato. La Corte d'Assise d'Appello ha rigettato istanza della difesa, confermando nei fatti la pena in primo grado.

L'indagine

I fatti risalgono al giugno 2017. I carabinieri acquisirono i filmati di videosorveglianza del bar per ricostruire la dinamica dei fatti. Chi era all'interno del bar aveva chiamato il 118, per far prestare le prime cure all'anziano, che dopo un lungo periodo di cura non riuscì a riprendersi mai del tutto. A stabilire il nesso tra quel colpo subito e le conseguenze che portarono al decesso, poi, fu una consulenza medico legale disposta dalla Procura di Nocera Inferiore. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Schiaffo fatale, batté la testa poi la morte dopo 5 mesi: uomo condannato in via definitiva

SalernoToday è in caricamento