San Marzano, tenta di rubare bici ma il proprietario lo insegue furioso: si salva dai carabinieri

Un marocchino di 24 anni, terrorizzato dalla reazione del proprietario di casa, aveva pensato bene di dirigersi verso la caserma dei carabinieri situata a pochi metri di distanza per salvarsi dalla rabbia del proprietario della bici

Aveva tentato di rubare una bicicletta in un giardino, ma il rumore aveva svegliato il proprietario, che accorso in giardino ha rincorso il ladro con l'intento di prenderlo a botte. Costui era un marocchino di 24 anni, che terrorizzato dalla reazione del proprietario di casa, aveva pensato bene di dirigersi verso la caserma dei carabinieri situata a pochi metri di distanza. E non per denunciare di aver rischiato di essere aggredito, ma per salvarsi. Quando è arrivato li, c'erano anche i parenti della vittima del tentato furto, con propositi tutt'altro che benevoli nei suoi confronti. In pochi secondi sono giunti anche i carabinieri, che hanno diviso le parti e portato tutti in caserma per verbalizzare quanto accaduto. Il destinatario del furto non riuscito ha spiegato di essere stato svegliato dai rumori metallici che il marocchino aveva provocato, prendendo a calci il lucchetto che teneva ferma la bicicletta in giardino. Il nordafricano è stato successivamente arrestato e giudicato per direttissima al tribunale di Nocera Inferiore. Il fatto era invece avvenuto a San Marzano sul Sarno. L'uomo è stato poi libero, ma per lui è stato fissata l'udienza valida per il dibattimento. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maxi concorso Regione Campania: ecco gli idonei alla prima fase

  • Dramma a Sant'Egidio, donna muore folgorata nella doccia

  • Colto da malore mentre l'amico fa benzina: muore 30enne a San Mango Piemonte

  • Travolto da un treno ad Angri: Tobia è morto, Agro a lutto

  • Morto investito da un treno, la sorella: "Vorrei abbracciare chi ha avuto il cuore di mio fratello"

  • Paura a Salerno, le onde invadono la spiaggia di Santa Teresa

Torna su
SalernoToday è in caricamento