Violenza sui genitori per avere i soldi della droga, sconterà la pena dopo 8 anni

Si tratta di un operaio, con problemi di stupefacenti, di 33 anni. Dopo la prima libertà erano giunte altre denunce nei suoi confronti, sempre con le stesse accuse

La prima volta in manette c'era finito nel 2011, con l'accusa di maltrattamenti ed estorsione. A distanza di otto anni, è stato nuovamente arrestato con le stesse accuse. Si tratta di un operaio, con problemi di stupefacenti, di 33 anni. Dopo la prima libertà erano giunte altre denunce nei suoi confronti, sempre con le stesse accuse.

Il nuovo arresto

I carabinieri della stazione locale, coordinati dal comandante Antonio Loffredo, gli hanno notificato giorni fa un provvedimento di esecuzione pena. Dovrà scontare 2 anni e 4 mesi di detenzione ai domiciliari. La prima volta che fu arrestato aveva 25 anni: fu denunciato dai genitori, maltrattati dal ragazzo che pretendeva soldi per la droga. Una decisione controvoglia, sofferta, certamente non auspicabile, ma obbligatoria per evitare di subire, come accadeva da mesi, minacce e violenze da parte del figlio. Con le richieste di soldi che diventavano sempre più frequenti.  Una situazione che sarebbe andata avanti per diverso tempo, con un regime di vita diventato intollerabile per i due genitori che, anche dopo il 2011, erano tornati a denunciare il ragazzo per gli stessi fatti. A distanza di anni, dovrà scontare ora la sua pena per quanto commesso in forma reiterata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma a Sant'Egidio, donna muore folgorata nella doccia

  • Morto investito da un treno, la sorella: "Vorrei abbracciare chi ha avuto il cuore di mio fratello"

  • Suicidio a Salerno, uomo trovato morto in strada: si indaga

  • Paura nel Golfo di Policastro, registrate quattro scosse di terremoto in mare

  • Incidente a Cassino, grave don Antonio Agovino di Sarno: i fedeli si riuniscono in preghiera

  • Prorogata l'allerta meteo in Campania, ecco le nuove previsioni

Torna su
SalernoToday è in caricamento