menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento della conferenza

Un momento della conferenza

San Matteo 2015: il Vescovo illustra il programma, al Comune entra la Reliquia e non la statua

Moretti: "La festa non è la processione: la processione è un passaggio e pensare diversamente sarebbe una mistificazione. Il nostro impegno è aiutare la comunità a valorizzare la figura religiosa di San Matteo"

Indiscrezione confermata: nell'atrio del Comune di Salerno entrerà la Reliquia e non la statua di San Matteo, durante la processione del 21 settembre. Ad annunciarlo, questa mattina, l'arcivescovo di Salerno-Campagna-Acerno, Monsignor Luigi Moretti che ha illustrato alla stampa il percorso del corteo in onore del Santo Patrono della città, affiancato dal nuovo parroco del Duomo, don Michele Pecoraro e dal portavoce don Alfonso D'Alessio. "Dal costante confronto e dialogo con i portatori, è venuta fuori la sintesi di questo programma per la processione - ha esordito sua eccellenza Moretti - Dopo l'esperienza dello scorso anno, mi sono interrogato per capire cosa fosse accaduto e abbiamo avviato incontri per ascoltare sacerdoti, autorità e portatori: essere portatore è un onore, non un diritto però, ricordiamolo. La festa non è la processione: la processione è un passaggio e pensare diversamente sarebbe una mistificazione. Il nostro impegno è aiutare la comunità a valorizzare la figura religiosa di San Matteo". Figura, secondo don Pecoraro, che non tutti conoscono davvero: "Si rischia di fare la festa di San Matteo, senza il vero San Matteo - ha osservato riferendosi alle proteste dello scorso anno - Il Duomo è un po' vuoto: promuoveremo un opuscolo informativo sul Patrono e sullo stesso Duomo, dunque, proprio per valorizzare la Cattedrale".

Niente inchini e giravolte delle Statue, inoltre, ma soste: in particolare, in piazza Portanova dove si pregherà per gli ammalati e il volontariato, all'incrocio tra Corso Garibaldi e via Dei Principati, poi in piazza Cavour dove si prega per il mondo del mare, per il lavoro e i profughi morti nei naufragi ed infine davanti al Comune. Proprio lì, dunque, Moretti entrerà nell'atrio con la Reliquia per la benedizione. Si terrà quindi l'incensazione dinanzi alla chiesa dell'Annunziata, per poi proseguire per Largo Campo e rientrare al Duomo. E a chi ha chiesto in merito alla mancata entrata della Statua del Patrono al Comune, invocata dai portatori, l'arcivescovo ha risposto che "l'entrata della Reliquia vale molto più della statua". Tra le novità di quest'anno, intanto, 90 altoparlanti che consentiranno di prender parte anche a distanza alle preghiere recitate durante la processione ed infine una serie di eventi che si terranno al Duomo, di sera, dal 16 al 20 settembre. In particolare, si esibiranno musicisti, coristi, artisti teatrali e anche l'orchestra del Verdi. Cresce l'attesa.

(Foto di Roberto Junior Ler)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Punta Campanella: avvistato un esemplare di balena grigia

  • social

    Laureana Cilento, consiglieri donano fiori alle piazze del paese

  • social

    Lotto tecnico, continuano le vincite: ecco i nuovi numeri

Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento