Cronaca

Auto blocca l'uscita di casa al fratello, la storia finisce in tribunale

I fatti risalgono al luglio 2017, quando uno dei due trovò un'auto parcheggiata dinanzi l'accesso della sua abitazione

Un litigio tra due fratelli finisce in Procura, con l'accusa di violenza privata. I fatti risalgono al luglio 2017, quando uno dei due trovò un'auto parcheggiata dinanzi l'accesso della sua abitazione. In pratica, non poteva uscire.

La denuncia

Quell'auto era di suo fratello che, secondo querela, l'avrebbe posizionata in quel modo per impedire che altri veicoli potessero scalfirla con qualche movimento. Nonostante le richieste di farla spostare al fratello, proprietario del mezzo, l'auto rimase allo stesso posto. Il giorno dopo la scena fu la medesima, seppur con toni decisamente più contrariati rispetto al giorno prima, fino alla minaccia che quella storia si sarebbe chiusa in altro modo. E così è stato, con la denuncia sporta da uno dei due verso il proprio fratello. Dalla querela sporta in Procura, tra l'altro, si è scoperto che secondo un atto di divisione del 2003, la persona che ora sarà processata non aveva alcun diritto su quel viale sito in San Valentino Torio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Auto blocca l'uscita di casa al fratello, la storia finisce in tribunale

SalernoToday è in caricamento