In casa aveva un kit per il furto di automobili, ora rischia processo per ricettazione

Il 6 marzo, l'uomo fu controllato e sottoposto ad una perquisizione domiciliare, a seguito di una prima attività investigativa dei carabinieri riguardo il mercato delle auto rubate

Rischia il processo un 56enne di San Valentino Torio, sottoposto ad obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, ma ora raggiunto da una richiesta di rinvio a giudizio per l'accusa di riciclaggio, ricettazione e possesso ingiustificato di chiavi alterate 

L'indagine

Il 6 marzo, l'uomo fu controllato e sottoposto ad una perquisizione domiciliare, a seguito di una prima attività investigativa dei carabinieri riguardo il mercato delle auto rubate. Nel corso dell'accertamento, l'imputato fu trovato in possesso di cinque centraline elettroniche prime di programmazione per le autovetture, ritenute provenienti da attività delittuose. Insieme, poi, ad altro materiale utile per il furto di auto: in particolare tre giraviti, una chiave a cricchetto, una chiave inglese da dieci e un attrezzo di fattura artigianale, con una torcia led, un rotolo di nastro isolante da elettricista, un accessorio con attacchi per centralina auto e cavo elettrico con pinza terminale per collegamento alla batteria. La procura di Nocera Inferiore ha chiesto per il 56enne il rinvio a giudizio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Campania, parte la zona gialla "rinforzata": ecco cosa si potrà fare (e cosa no)

  • Nuovo Dpcm e zona gialla per la Campania: ecco le nuove regole da rispettare

  • Strada ghiacciata, incidente a catena in autostrada a Pontecagnano: quattro i feriti

  • In Campania il numero dei vaccinati è maggiore dei vaccini arrivati: la Regione si affretta a chiarire

  • Nuovo Dpcm 15 gennaio: ecco cosa dovrebbe cambiare anche in Campania, nelle zone gialle riaprono i musei

  • Vaccino ad amici e parenti, indaga la Procura di Salerno: intervengono i Nas

Torna su
SalernoToday è in caricamento